ULTIME NOTIZIE DA CONFAGRICOLTURA
21.9.2019   Lavoro, Giansanti alle Giornate CGIL a Lecce: Un patto per favorire l'occupazione e la competitività delle imprese    20.9.2019   Confagricoltura Donna Emilia Romagna alla 'Race for the cure' Bologna dal 20 al 22 settembre, con stand e laboratori per bambini    20.9.2019   Farm-Inn, focus sugli allevamenti nel secondo anno del progetto di ricerca sulla filiera latte    20.9.2019   Il Parlamento europeo ha approvato 277 milioni di euro in aiuti per l’Italia per far fronte agli eventi metereologici estremi del 2018    20.9.2019   ComEnvi: pubblicato uno studio sulle sfide attuali e future riguardanti la sanità pubblica europea    20.9.2019   ComAgri: progetto di ordine del giorno della riunione del 25 settembre    20.9.2019   Il Parlamento europeo dà il via libera a Christine Lagarde nuova presidente BCE    20.9.2019   Incontro del Presidente Sassoli con l'on. Paolo Gentiloni    20.9.2019   Dazi, Giansanti: il Ceta è un buon accordo. Lo confermano i dati diffusi oggi dalla Commissione europea    19.9.2019   Il presidente di Confagricoltura Lombardia interviene al 'Dairy Summit 2019', l'appuntamento di riferimento per la filiera lattiero-casearia    19.9.2019   Bozza del calendario provvisorio delle "audizioni" dei Commissari designati    19.9.2019   Tavolo xylella, Confagricoltura: "Velocità, efficacia ed efficienza nella gestione delle risorse"    19.9.2019   Dl clima, Giansanti: bene l'estensione del bonus verde. Sui carburanti agricoli attenzione a non penalizzare il settore    18.9.2019   Il componente di Giunta Rossi alla Fiera del Levante al convegno “Aspettative di Confagricoltura dal mercato ungherese”, nell’ambito del “Focus Ungheria”    18.9.2019   Plenaria PE del 16 settembre – Comunicazione della Commissione UE sullo stato delle foreste dell'UE    18.9.2019   Dal 30 settembre all’8 ottobre le audizioni del Parlamento europeo con i nuovi Commissari UE    18.9.2019   Xylella: Confagricoltura chiede di attivare quanto prima le risorse stanziate con il decreto emergenze. In gioco il futuro di metà dell'olivicoltura pugliese    18.9.2019   Le eccellenze di Confagricoltura in mostra ad Osaka per i campionati mondiali di rugby    17.9.2019   Agriturist (Confagricoltura): Augusto Congionti è il nuovo presidente dell'associazione    17.9.2019   Bergami, presidente FNP frutta di Confagricoltura: “Occorre programmare, sbagliato lavorare in emergenza”   
30.04.2019
CAMPAGNA ASSICURATIVA 2019

Il Consorzio di difesa delle Colture intensive di Cremona (codice 0404) informa che è avviata la Campagna Assicurativa 2019 anche per i prodotti vegetali.

È quindi possibile porre in copertura le produzioni contro le avversità atmosferiche con il Consorzio di Difesa di Cremona codice 0404 che va comunicato all’Agente assicurativo.

I soci possono contattare il proprio CAA per aggiornare il fascicolo aziendale e predisporre il Pai passaggi necessari per accedere ai contributi pubblici che ricordiamo sono stati elevati sino al 70% della spesa ammissibile, nell’eventualità non sia possibile avere subito il Pai i Soci, prima di sottoscrivere i certificati agevolati, devono farsi rilasciare dal proprio CAA la Manifestazione di Interesse (MANINT). La MANINT è unica per tutte le produzioni che l’agricoltore intende assicurare. Anche chi non è ancora socio può approfittare dell’assicurazione agevolata, basta una semplice domanda di iscrizione al Consorzio di Difesa di Cremona con una quota di ammissione di soli 5,16 euro.

Il sistema assicurativo, dopo molti disagi e ritardi nell’incasso dei contributi agli assicurati, si è gradualmente perfezionato tant’è che entro il 2018 la maggior parte degli agricoltori hanno incassato non solo i contributi pregressi ma anche i contributi 2018.

I problemi legati ai PAI o quelli delle rese assicurative non devono essere più timori, le procedure si sono semplificate e tutto è ormai consolidato.

Le rese riportate nel Pai possono essere superate in tal caso, però, il contributo verrà calcolato tra il quantitativo riportato nel pai e il quantitativo assicurato.

Ai fini assicurativi l’agricoltore deve assicurare quanto nella realtà prevede di produrre.

Termini per sottoscrivere le polizze: per le colture a ciclo autunno-primaverile e per quelle permanenti entro il 31 maggio, mentre per le colture a ciclo primaverile 30 giugno, colture a ciclo estivo, di secondo raccolto e trapiantate entro il 15 luglio. Per colture vivaistiche entro il 31 ottobre.

ATTENZIONE! Le decorrenze per l’entrata in garanzia sono (Grandine e vento 3 gg). Per i Prezzi dei prodotti, le Tariffe, la modulistica Agenzie, e le Normative di riferimento rinviamo alle apposite pagine presenti sul nostro sito internet www.codicr.it

Invitiamo pertanto tutti i Soci, le Agenzie e chiunque fosse interessato a tenersi costantemente informati attraverso il nostro sito internet.

Ricordiamo che la riduzione della soglia dal 30% al 20% per le colture vegetali ed un aumento della contribuzione dal 65% al 70% comporterà per l’agricoltore un costo finale più basso rispetto al passato.

Collegato al certificato agevolato l’agricoltore potrà sottoscrivere un certificato integrativo per coprire i danni sotto soglia e con le franchigie concordate.

Di seguito, in maniera estremamente sintetica cerchiamo di illustrare i punti più importanti.

Nel 2019 la copertura assicurativa potrà essere fatta per le produzioni vegetali mediante polizze con soglia:

del 20 % per le colture vegetali e con un contributo fino al 70% (65% per polizze a due garanzie).

Le avversità assicurabili sono così suddivise:

- Avversità catastrofali: alluvione, siccità, gelo-brina;

- Avversità di frequenza: grandine, vento, eccesso di pioggia, eccesso di neve;

- Avversità accessorie: colpo di sole e vento caldo, sbalzo termico;

Tutte le coperture assicurative copriranno la mancata resa (quantitativa/qualitativa) e potranno avere le seguenti combinazioni:

A) Polizze che coprono tutte le avversità sopra elencate (polizza globale);

B) Polizze che coprono tutte le avversità catastrofali ed almeno 1 avversità di frequenza;

C) Polizze che coprono almeno 3 avversità a scelta tra quelle di frequenza e quelle accessorie;

D) Polizze che coprono tutte le avversità catastrofali;

E) Polizze sperimentali (il piano prevede polizze sperimentali ma le compagnie non hanno ancora fatto alcuna proposta);

F) Polizze a due garanzie (per esempio grandine e vento);

Il contributo pubblico viene calcolato su un parametro che scaturisce dalla media dei tassi agevolati dell’anno in corso per ogni combinazione comune/prodotto/tipologia di polizza con dei limiti massimi che variano in base ai prodotti e alle combinazioni delle garanzie.

Per cercare di promuovere le polizze che coprono la maggior parte delle avversità il Ministero dell’Agricoltura ha introdotto un meccanismo di salvaguardia che serve ad allineare il più possibile il parametro al costo effettivo della polizza agevolata.

Il costo assicurativo per garanzie integrative (es. coperture sotto soglia) e/o non agevolate è, invece, a totale carico dell’agricoltore

NUOVI ASSICURATI

Per le aziende agricole il cui CUAA non è presente nelle statistiche assicurative dei precedenti cinque anni il parametro è pari alla tariffa effettiva agevolata applicata nell’anno in corso. E’ una opportunità interessante per le aziende agricole che non si sono mai avvicinate allo strumento assicurativo e testarne l’effettiva utilità.

E’ bene procedere celermente alla messa in copertura delle produzioni con il Consorzio di Difesa di Cremona 0404 per salvaguardare il reddito aziendale, anche le aziende che non hanno mai sperimentato l’assicurazione agevolata è bene che riflettano considerati i repentini cambiamenti climatici e i costi assicurativi agevolati dal contributo pubblico. La quota consortile richiesta è molto bassa e le richieste di pagamento agli associati sono dilazionate nel tempo, le scadenze non sono ancora state fissate, presumibilmente come per il passato in due rate.

Per eventuali dubbi o chiarimenti che dovessero sorgere in merito al funzionamento dei parametri o su altre problematiche relative all’assicurazione agevolata gli uffici di CODICRE in Piazza del Comune, 9 Cremona sono sempre a vostra disposizione.


  Archivio news
Links
LINKS
Libera Associazione Agricoltori Cremonesi - Piazza del Comune, 9 - 26100 Cremona - P.IVA 80000250193
Privacy Policy    |    Cookie Policy    |    Credits