ULTIME NOTIZIE DA CONFAGRICOLTURA
15.10.2019   Intervento della delegazione italiana sui danni provocati dalla cimice asiatica    15.10.2019   Consiglio UE Affari Generali (art. 50): aggiornamento sui negoziati per la Brexit    15.10.2019   Giornata internazionale delle donne rurali, Confagricoltura Donna: indispensabile il nostro ruolo nella produzione alimentare    15.10.2019   Giunta Confagricoltura per Giornata Mondiale Alimentazione FAO. Obiettivi prioritari fame zero e lotta allo spreco    14.10.2019   Missione italiana per l’ASAJA di Cordoba in Confagricoltura    14.10.2019   La crisi suinicola cinese calamita la domanda influendo positivamente sul prezzo dei suini    14.10.2019   “Riso Chiaro”: senza segreti con la blockchain    14.10.2019   Costituita a Belluno la rete d'impresa "D&D" nel settore vitivinicolo    14.10.2019   Salute dei vegetali: L'UE dà la priorità a 20 organismi nocivi    14.10.2019   Accordi commerciali dell'UE: offrire nuove opportunità in periodi di incertezze economiche globali    14.10.2019   La Corte di giustizia europea ammette la caccia come strumento di gestione per le specie animali protette    14.10.2019   Da Bayer nessuna alternativa al glifosato per i prossimi 5 anni    14.10.2019   Approvati nuovi dazi antidumping sulle importazioni di fertilizzanti azotati liquidi    12.10.2019   Accordo USA–Cina, Confagricoltura: impatto forte sui mercati internazionali, ora negoziato diretto USA–UE per fermare i dazi    11.10.2019   Spirulina: cresce la produzione made in Italy e sostenibile    11.10.2019   L’Unione Europea aderisce all’Atto di Ginevra per la protezione delle denominazioni di origine e delle indicazioni geografiche    11.10.2019   Bilancio a lungo termine UE: ritardo un danno per cittadini e imprese    11.10.2019   I Deputati si oppongono ai alla Commissione europea per l’autorizzazione di tre OGM resistenti agli erbicidi    11.10.2019   Consiglio Agricoltura e Pesca 14-15 ottobre (Lussemburgo)    10.10.2019   Agrinsieme: agrumi, prioritario lavorare su un piano nazionale e riconvocare il tavolo al Mipaaf   
29.05.2019
E' morto Giancarlo Lanari per anni presidente dell'Anafi

Si sono svolti ieri a Roma i funerali di Giancarlo Lanari, scomparso all’età di 85 anni dopo una lunga malattia che lo aveva costretto ad una vita non certo adatta alla sua indole. Giancarlo Lanari, allevatore e personaggio eclettico di grande cultura umanistica, nonostante una laurea in ingegneria, e levatura morale ha pubblicato volumi storici, culturali, di alimentazione e satirici.

A Cremona l’ing. Lanari ha passato lunghi anni come presidente di Anafi, l’associazione deputata alla selezione della vacca Frisona, ruolo in cui subentrò ad Augusto Pizzamiglio il quale a sua volta succedette a Ferruccio Gosi. Insieme ad un nucleo di allevatori appassionati e di alcuni efficienti e capaci collaboratori Giancarlo Lanari ha saputo proseguire con passione, intelligenza e lungimiranza, il lavoro dei suoi predecessori portando a livelli inimmaginabili, fino a pochi anni prima, il livello della Frisona Italiana.

Non solo, grazie alla collaborazione con gli Enti e gli allevatori locali, ma senza dimenticare i rapporti con il Ministero dell’Agricoltura e quelli con Aia, riuscì a valorizzare anche le strutture della Associazione Nazionale Allevatori della vacca Frisona Italiana.

Risalgono infatti al periodo della sua presidenza la creazione di un moderno sistema informatico, l’introduzione di nuovi e moderni sistemi per la valutazione genetica dei tori frisoni, l’apertura di un ufficio studi, la realizzazione della attuale sede al Migliaro e la grande ascesa della Frisona Italiana nel panorama zootecnico mondiale. Anche grazie a quei successi la Fiera di Cremona in perfetta sintonia riuscì ad affermarsi nel panorama fieristico internazionale.

Tra i successi dell’ing. Lanari anche l’avvio di importanti progetti di cooperazione internazionale nel bacino del mediterraneo per la collocazione di vacche e materiale genetico frisone in alcuni paesi come la Turchia, Egitto, Libia, Marocco e Tunisia. Progetti che terminarono con la fine del suo mandato.

Ma tanti altri sono stati i successi di Lanari come presidente degli allevatori di frisona italiani come la realizzazione di congressi specifici. Di fatto con la sua attività basata a Cremona ma proiettata nel mondo, anche attraverso la Fiera di Cremona, Lanari, a tutti gli effetti può essere considerato cremonese di elezione.

Lanari ha lasciato a Cremona un grande e indelebile ricordo: negli allevatori, nel personale Anafi ma anche nella genetica della Frisona (i.b.)


  Archivio news
Links
LINKS
Libera Associazione Agricoltori Cremonesi - Piazza del Comune, 9 - 26100 Cremona - P.IVA 80000250193
Privacy Policy    |    Cookie Policy    |    Credits