ULTIME NOTIZIE DA CONFAGRICOLTURA
22.11.2019   L'importanza degli insetti impollinatori: la Federazione Apicoltori Italiani a Bruxelles per un seminario al Parlamento europeo    22.11.2019   Le clementine di Confagricoltura Donna contro la violenza di genere    22.11.2019   Più di 200 milioni di euro per la promozione dei prodotti agroalimentari europei    22.11.2019   L’impegno europeo per l’agricoltura sociale    22.11.2019   Il Parlamento europeo chiede misure volte a far fronte all'impatto sull'agricoltura europea dei nuovi dazi imposti dagli USA sui prodotti agroalimentari dell’UE    22.11.2019   Parlamento europeo: agenda sessione Plenaria, Strasburgo 25-28 novembre    21.11.2019   Confagricoltura al Mipaaf: per gli spandimenti degli effluenti serve flessibilità    21.11.2019   Seminario in Confagricoltura su “Nuova Sabatini” e “Garanzia diretta” ISMEA    21.11.2019   Agricoltura. Quali ulivi resistenti alla Xylella verranno reimpiantati in Salento. Il servizio del TG2 in occasione della presentazione del film "AmalaTerra" a Palazzo della Valle    21.11.2019   Confagricoltura Campania: ”La politica regionale scommetta sull’innovazione”    21.11.2019   Approvate le modifiche al disciplinare della IGP “Vigneti delle Dolomiti / Weinberg Dolomiten”    21.11.2019   Approvate le modifiche al disciplinare IGP “Valle d’Itria”    21.11.2019   Approvate le modifiche al disciplinare della IGP “Vallagarina”    21.11.2019   Approvata la modifica al disciplinare della DOP “Roma”    21.11.2019   Pubblicazione di una domanda di registrazione per la denominazione STG “Amatriciana tradizionale”    21.11.2019   Pubblicazione di una domanda di approvazione di una modifica non minore del disciplinare di produzione della DOP “Cinta Senese”    21.11.2019   Decisione di esecuzione (UE) 2019/1931 della Commissione che modifica l'allegato della decisione di esecuzione 2014/709/UE recante misure di protezione contro la peste suina africana in taluni Stati membri    21.11.2019   Indagine Eurobarometro: la maggioranza dei cittadini dell’UE ha una percezione positiva del commercio internazionale    21.11.2019   Il Parlamento voterà la nuova Commissione europea il 27 novembre    21.11.2019   Pacchetto fiscale d’autunno: la Commissione adotta i pareri sui documenti programmatici di bilancio della zona euro   
Nitrati, il nuovo piano d'azione di Regione Lombardia

Regione Lombardia sta lavorando alla formulazione del nuovo Piano di azione nitrati per il periodo 2020-2023. La Regione con il Piano promuove l’utilizzo di nutrienti idonei all’utilizzo agronomico prodotti coerentemente con i principi dell’economia circolare e della valorizzazione efficiente delle risorse vi è da dire che l’argomento è particolarmente sentito dagli allevatori lombardi in quanto detta le condizioni ed i tempi di utilizzo agronomico dei reflui prodotti in azienda. Il programma di azione regionale viene sviluppato in funzione della direttiva nitrati della Unione europea con lo scopo di proteggere le acque dall’inquinamento da nitrati. Dell’edizione 2020 – 2023 del piano è stata emanata una prima edizione a cui ha già fornito il proprio contributo Confagricoltura Lombardia insieme alle proprie sedi territoriali, tra cui spicca quello della Libera, visto che le limitazioni soprattutto nel periodo invernale sono spesso risultate problematiche. Tra le migliorie ottenute va segnalata senz’altro quella relativa alla parziale apertura nel periodo invernale dello spandimento a “bollettino meteo”.

Il programma di azione lombardo, prima di divenire operativo, dovrà ottenere l’avallo sia del Ministero dell’ambiente che dell’Unione europea, introduce qualche ulteriore miglioria che però non riguarda le questioni sostanziali come la definizione delle aree vulnerabili e la quantità totale di azoto distribuibile sui campi per unità di superficie.

Il periodo di divieto invernale consecutivo viene abbassato a soli 30 giorni: dal 15 dicembre al 15 gennaio; per gli altri 60 giorni previsti dal decreto ministeriale, la distribuzione verrà regolamentata col bollettino meteo sfruttando i periodi piovosi, intesi come divieto, tra il primo novembre ed il 28 febbraio.

In caso di interramento immediato è stato tolto il rispetto della distanza minima di 20 metri dalle case isolate. Per interramento immediato si intende l’utilizzo di iniettori con solco aperto o chiuso o l’azione consecutiva di distribuzione del refluo e contemporaneamente di un attrezzo che interra.

Per tutti gli altri casi l’interramento dovrà avvenire nell’arco delle 12 ore (anziché 24 come è oggi). In questo caso l’interramento deve essere completato nell’arco di dodici ore dall’inizio delle operazioni.

Per quanto riguarda le convenzioni tra agricoltori viene introdotta la figura dell’intermediario, colui cioè che acquisisce il refluo da allevamenti e poi provvede alla loro ripartizione in altre aziende sia per la distribuzione sui terreni che per l’utilizzo in impianti di biogas.

Elemento importante sarà la limitazione delle convenzioni per terreni distanti oltre i 40 km in linea d’aria In questi casi, infatti, verrà previsto l’obbligo dell’uso del GPS per monitorare i trasporti.

Infine si segnale che l’aggiornamento del Pua in caso di nuove convenzioni deve essere redatto entro 60 giorni dalla stipula e non più in soli 10 giorni come da norma attuale.

Ultimo aspetto riguarda le aziende che aderiranno alla deroga UE. E’ allo studio una proposta per modulare la quantità di azoto zootecnico distribuibile in funzione delle tecniche di gestione del refluo che verranno utilizzate. Maggiori saranno gli interventi che le aziende adotteranno per ridurre l’impatto ambientale, maggiore sarà la quantità di azoto che potrà distribuire, sempre nel rispetto degli assorbimenti colturali e con un limite massimo di 340 kg di azoto per ettaro. E’ una proposta che tende correttamente a premiare le aziende più virtuose dal punto di vista ambientale.

Links
LINKS
Libera Associazione Agricoltori Cremonesi - Piazza del Comune, 9 - 26100 Cremona - P.IVA 80000250193
Privacy Policy    |    Cookie Policy    |    Credits