ULTIME NOTIZIE DA CONFAGRICOLTURA
21.9.2019   Lavoro, Giansanti alle Giornate CGIL a Lecce: Un patto per favorire l'occupazione e la competitività delle imprese    20.9.2019   Confagricoltura Donna Emilia Romagna alla 'Race for the cure' Bologna dal 20 al 22 settembre, con stand e laboratori per bambini    20.9.2019   Farm-Inn, focus sugli allevamenti nel secondo anno del progetto di ricerca sulla filiera latte    20.9.2019   Il Parlamento europeo ha approvato 277 milioni di euro in aiuti per l’Italia per far fronte agli eventi metereologici estremi del 2018    20.9.2019   ComEnvi: pubblicato uno studio sulle sfide attuali e future riguardanti la sanità pubblica europea    20.9.2019   ComAgri: progetto di ordine del giorno della riunione del 25 settembre    20.9.2019   Il Parlamento europeo dà il via libera a Christine Lagarde nuova presidente BCE    20.9.2019   Incontro del Presidente Sassoli con l'on. Paolo Gentiloni    20.9.2019   Dazi, Giansanti: il Ceta è un buon accordo. Lo confermano i dati diffusi oggi dalla Commissione europea    19.9.2019   Il presidente di Confagricoltura Lombardia interviene al 'Dairy Summit 2019', l'appuntamento di riferimento per la filiera lattiero-casearia    19.9.2019   Bozza del calendario provvisorio delle "audizioni" dei Commissari designati    19.9.2019   Tavolo xylella, Confagricoltura: "Velocità, efficacia ed efficienza nella gestione delle risorse"    19.9.2019   Dl clima, Giansanti: bene l'estensione del bonus verde. Sui carburanti agricoli attenzione a non penalizzare il settore    18.9.2019   Il componente di Giunta Rossi alla Fiera del Levante al convegno “Aspettative di Confagricoltura dal mercato ungherese”, nell’ambito del “Focus Ungheria”    18.9.2019   Plenaria PE del 16 settembre – Comunicazione della Commissione UE sullo stato delle foreste dell'UE    18.9.2019   Dal 30 settembre all’8 ottobre le audizioni del Parlamento europeo con i nuovi Commissari UE    18.9.2019   Xylella: Confagricoltura chiede di attivare quanto prima le risorse stanziate con il decreto emergenze. In gioco il futuro di metà dell'olivicoltura pugliese    18.9.2019   Le eccellenze di Confagricoltura in mostra ad Osaka per i campionati mondiali di rugby    17.9.2019   Agriturist (Confagricoltura): Augusto Congionti è il nuovo presidente dell'associazione    17.9.2019   Bergami, presidente FNP frutta di Confagricoltura: “Occorre programmare, sbagliato lavorare in emergenza”   
COMMISSIONE UE: ANTIBIOTICI IN DIMINUZIONE NEGLI ALLEVAMENTI SUINICOLI

In Italia dal 2010 al 2016 le vendite di antibiotici per animali da allevamento sono crollate del 30%. Il dato emerge da uno studio della Commissione europea che sottolinea gli enormi passi avanti che sono stati realizzati in tema di benessere animale, soprattutto nel settore suinicolo. Il dato della Commissione europea è in linea con uno studio realizzato negli ultimi tre anni in circa 30 aziende suinicole nelle regioni Lombardia ed Emilia-Romagna. Il lavoro ha visto la partecipazione di alcune aziende zootecniche, e di veterinari sia privati che pubblici.

I risultati della ricerca anticipano, in qualche modo, i risultati attesi anche in seguito all’adozione della obbligatorietà della ricetta elettronica negli allevamenti grazie alla quale, tra le altre cose, sarà possibile avere un monitoraggio preciso e costante sull’impiego dei farmaci in allevamento.

Ne fornire i risultati della ricerca la Commissione europea evidenzia anche che, nonostante il calo dell’utilizzo, “gli sconti e gli incentivi finanziari delle case farmaceutiche sembrano svolgere un ruolo significativo nel promuovere la vendita di antimicrobioci agli allevatori”. Affermazione che è però contestata da Luigi Zanotti, presidente di Assocom, cooperativa di allevatori cui aderiscono aderiscono diverse aziende del cremonese. “Gli allevatori, afferma Zanotti, producono rigorosamente secondo le leggi ed i relativi regolamenti di sospensione nell’utilizzo dei farmaci: le carni sono pulite e rispettano i dettami imposti dalla legge. Sugli sconti, prosegue, l’affermazione risulta anche un po’ risibile perché l’azienda farmaceutica propone degli sconti, ma ciò avviene da decenni e si potrebbe anche dire da sempre. Questi sconti non cambiano il bilancio delle aziende agricole. Anzi gli allevatori sono in prima fila nell’attenzione al problema degli antibiotici”.

Numerosi allevamenti fornitori in filiera con il macello e grande distribuzione sono l’esempio di questa attenzione, attraverso l’adesione a protocolli specifici per la riduzione dell’uso di antibiotici in allevamento.

Links
LINKS
Libera Associazione Agricoltori Cremonesi - Piazza del Comune, 9 - 26100 Cremona - P.IVA 80000250193
Privacy Policy    |    Cookie Policy    |    Credits