ULTIME NOTIZIE DA CONFAGRICOLTURA
10.6.2020   Giansanti a 'Fuori dal coro' interviene sulla sanatoria migranti irregolari    10.6.2020   Strategia “Farm to Fork”: presentazione in COMAGRI da parte della Commissione europea.    10.6.2020   Frutta italiana, Confagricoltura: Parte la campagna promozionale, ma il maltempo rovina la festa    10.6.2020   Confagricoltura a fianco delle imprese con nuovi programmi di formazione a distanza    10.6.2020   Fase 3, Confagricoltura: Priorità chiare e tempi certi per la ripresa economica    09.6.2020   L’intervento del Presidente Giansanti a Buongiorno in Blu sul Patto per l'Export e sul piano Colao    09.6.2020   Bando europeo di promozione dei prodotti agricoli    09.6.2020   Agrinsieme: “Florovivaismo, comparto sta lentamente tornando alla normalità, ma restano molti nodi da sciogliere: le proposte del coordinamento”    08.6.2020   Manodopera italiana anche in Emilia Romagna: le telecamere del TG2 nell'azienda Salvi    08.6.2020   Biodiversità nei terreni agricoli: il contributo della PAC non ne ha arrestato il declino.    08.6.2020   Pubblicato il regolamento delegato (UE) 2020/743 della Commissione, del 30 marzo 2020, che modifica il regolamento delegato (UE) 2017/891 per quanto riguarda il calcolo del valore della produzione commercializzata delle organizzazioni di produttori nel se    08.6.2020   Pubblicato il regolamento (UE) 2020/741 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 maggio 2020, recante prescrizioni minime per il riutilizzo dell’acqua    08.6.2020   Commercio internazionale: “Rilancio economico a rischio se torna tensione UE-USA”    08.6.2020   Patto per l’export: “Iniziativa utile anche per il rilancio dell’agroalimentare italiano”    05.6.2020   Ambiente, Confagricoltura: Agricoltori garanti della biodiversità    04.6.2020   Huffpost intervista i 'nuovi' lavoratori italiani nei campi    04.6.2020   Mais: Al via l'applicazione delle premialità previste dall'Accordo Quadro e dal sostegno ministeriale per gli agricoltori italiani    03.6.2020   Repubblica.it - Video - Dal tessile all'agricoltura: la storia di Massimiliano Cassina    03.6.2020   AGRI-Linea intervista Leonardo Granata (Agriturist) sulla riapertura degli agriturismi    03.6.2020   Andamento delle esportazioni dei principali prodotti agricoli e dell’industria alimentare dell’Italia verso i Paesi UE nel primo trimestre 2020   
COMMISSIONE UE: ANTIBIOTICI IN DIMINUZIONE NEGLI ALLEVAMENTI SUINICOLI

In Italia dal 2010 al 2016 le vendite di antibiotici per animali da allevamento sono crollate del 30%. Il dato emerge da uno studio della Commissione europea che sottolinea gli enormi passi avanti che sono stati realizzati in tema di benessere animale, soprattutto nel settore suinicolo. Il dato della Commissione europea è in linea con uno studio realizzato negli ultimi tre anni in circa 30 aziende suinicole nelle regioni Lombardia ed Emilia-Romagna. Il lavoro ha visto la partecipazione di alcune aziende zootecniche, e di veterinari sia privati che pubblici.

I risultati della ricerca anticipano, in qualche modo, i risultati attesi anche in seguito all’adozione della obbligatorietà della ricetta elettronica negli allevamenti grazie alla quale, tra le altre cose, sarà possibile avere un monitoraggio preciso e costante sull’impiego dei farmaci in allevamento.

Ne fornire i risultati della ricerca la Commissione europea evidenzia anche che, nonostante il calo dell’utilizzo, “gli sconti e gli incentivi finanziari delle case farmaceutiche sembrano svolgere un ruolo significativo nel promuovere la vendita di antimicrobioci agli allevatori”. Affermazione che è però contestata da Luigi Zanotti, presidente di Assocom, cooperativa di allevatori cui aderiscono aderiscono diverse aziende del cremonese. “Gli allevatori, afferma Zanotti, producono rigorosamente secondo le leggi ed i relativi regolamenti di sospensione nell’utilizzo dei farmaci: le carni sono pulite e rispettano i dettami imposti dalla legge. Sugli sconti, prosegue, l’affermazione risulta anche un po’ risibile perché l’azienda farmaceutica propone degli sconti, ma ciò avviene da decenni e si potrebbe anche dire da sempre. Questi sconti non cambiano il bilancio delle aziende agricole. Anzi gli allevatori sono in prima fila nell’attenzione al problema degli antibiotici”.

Numerosi allevamenti fornitori in filiera con il macello e grande distribuzione sono l’esempio di questa attenzione, attraverso l’adesione a protocolli specifici per la riduzione dell’uso di antibiotici in allevamento.

Links
LINKS
Libera Associazione Agricoltori Cremonesi - Piazza del Comune, 9 - 26100 Cremona - P.IVA 80000250193
Privacy Policy    |    Cookie Policy    |    Credits