Erogazione dai laghi al 20%, crisi per la rete irrigua

Il Consorzio Irrigazioni Cremonesi, il Dunas e il Naviglio della città di Cremona, nell’aggiornamento sulla situazione idrologica e lo stato delle irrigazioni ha aggiornato il comunicato precedente segnalando che dal pomeriggio del 4 agosto le erogazioni dal lago di Como si attesteranno dall’attuale 35% al 20%, rendendo di fatto impossibile servire la rete irrigua, fatte salve locali e particolari situazioni nonché la rete di Foce Morbasco alimentata dal fiume Po che al momento non presenta criticità.

Comunicato del 2 agosto 2022

Dopo il sollievo garantito dalle precipitazioni registrate la scorsa settimana sia in montagna che in pianura, torna ad aggravarsi lo stato di crisi idrica con il lago di Como a -39.5 cm, l’Iseo a -22.7 cm.
È prevista per il pomeriggio odierno una riduzione delle erogazioni dal lago di Como al 35% mentre l’Iseo ha già visto limitare l’efflusso a circa il 20%. Entrambi i dati potrebbero subire ulteriori riduzioni nei giorni a venire, stante l’assenza di precipitazioni e la significativa riduzione dei rilasci dagli invasi idroelettrici alpini.
Tali riduzioni segnano, di fatto, l’impossibilità di garantire costanza ed uniformità nella somministrazione irrigua sul comprensorio servito dalla rete a gravità. In altri termini saranno necessarie ulteriori limitazioni della consegna alle Utenze ed è prevedibile che alcuni punti della rete non potranno più essere serviti.
Il fiume Po cala lentamente, è a quota 25.10 msl, attualmente è garantito il funzionamento dell’impianto di Foce Morbasco.