Agricoltura 4.0: mercato a quota 540 milioni, in crescita del 20%

L’Osservatorio Smart Agrifood, frutto della joint tra il Politecnico di Milano e l’Università degli studi di Brescia, conferma che il mercato dell’Agricoltura 4.0, ovvero delle tecnologie per l’agricoltura, vale 540 milioni di euro. Il valore, nonostante il Covid, segna un più 20% rispetto al 2019, anche se oggi sono coinvolte il 3- 4% delle superfici agricole italiane, segno che il mercato deve ancora esprimere larga parte del suo potenziale.

Sono 538 le soluzioni di Agricoltura 4.0 disponibili per il settore agricolo in Italia (oltre 100 in più rispetto al 2019), che usano prevalentemente sistemi di Data Analytics, piattaforme o software di elaborazione e Internet of Things, e trovano applicazione nelle fasi di coltivazione, semina e raccolta dei prodotti in diversi comparti.

L’applicazione del digitale non avviene solo in queste fasi, ma ricopre un ruolo sempre più solido nell’ambito della tracciabilità alimentare, proponendo ben 157 soluzioni. Avanzano infatti, le tecnologie per la raccolta, la valorizzazione e la condivisione dei dati lungo la filiera.

Continua la crescita della Blockchain, presente nel 18% delle soluzioni di tracciabilità (+59%), anche se con un ritmo più lento rispetto al 2019. L’agroalimentare è il terzo settore per numero di progetti pilota e operativi di Blockchain a livello internazionale, avviati dalle imprese per ragioni commerciali, migliorare l’efficienza della supply chain e per una maggiore sostenibilità ambientale o sociale.