Agricoltura, prorogati al 2/5 i termini per presentare le domande sul Psr

Psr (Piano di sviluppo rurale) 2014-2020

Lunedì 28 marzo è stato firmato dalla Dg Agricoltura di Regione Lombardia un decreto che proroga il termine per la presentazione delle domande per le operazioni del Psr (Piano di sviluppo rurale) 4.1.01, 4.1.03 e 4.2.01 dal 31 marzo al 2 maggio 2022. Sono stati modificati anche i paragrafi delle disposizioni attuative per consentire alle imprese agricole e agroalimentari lombarde di perfezionare le domande. E permettere, così, al maggior numero di soggetti la possibilità di accedere ai finanziamenti concedibili.

Fabio Rolfi, assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi della Regione Lombardia ha affermato che la misura è stata chiesta a gran voce dalle aziende e concordata con le associazioni agricole di categoria e gli ordini professionali. Molti problemi sono stati riscontrati nel reperimento della documentazione da allegare alla domanda. Questo vale, in particolare, per i documenti rilasciati da Enti competenti o da terzi, che sono in difficoltà a soddisfare le richieste soprattutto a causa della congestione dell’attività derivata dai bonus inerenti al settore edile.

I fornitori di impianti, macchinari, attrezzature e altri componenti edili, vista la scarsità del materiale, dovuta anche all’attuale situazione di crisi internazionale, non sono in grado di formulare preventivi di durata sufficiente al fine della presentazione della domanda di aiuto.

Le disposizioni valgono per le misure 4.1.01 ‘incentivi per investimenti per la redditività, competitività e sostenibilità delle aziende agricole’, 4.1.03 ‘incentivi per investimenti finalizzati alla ristrutturazione o riconversione dei sistemi di irrigazione’ e 4.2.01 ‘trasformazione, commercializzazione e sviluppo dei prodotti agricoli’.

Tutti i dettagli sulla proroga per le domande relative al Psr disponibili QUI.

Fonte: Regione Lombardia