Attenzione alle interferenze dei getti irrigui con le linee elettriche aeree

Con l’intensificarsi delle irrigazioni l’Enel segnala che si è registrato un consistente aumento delle interruzioni e anomalie (buchi di tensione) nell’erogazione dell’energia elettrica.

Il numero dei disservizi aumenta a seguito dell’interferenza causata dai getti d’acqua che colpiscono le linee elettriche. In molti casi non si tratta di vere e proprie interruzioni ma di anomalie, i cosiddetti “buchi di tensione”, nell’erogazione di energia elettrica che sono tuttavia ugualmente dannosi per tutte le attività domestiche ed industriali. I disservizi sono provocati dal contatto dei conduttori sotto la pressione del getto d’acqua. Questo comporta anche seri problemi per l’incolumità delle persone che dovessero trovarsi nelle vicinanze dell’arco elettrico che si crea.

Pertanto rinnova l’invito a prestare la massima attenzione nell’utilizzo dei getti irrigui per l’irrigazione e/o la fertirrigazione dei campi in presenza di elettrodotti e comunica tolleranza zero verso chi provocherà danni alle linee, procedendo alla richiesta di risarcimento danni con denuncia alla procura.

E’ indispensabile che i getti siano direzionati in modo da garantire che l’acqua o il liquame non si avvicinino a meno di un metro dagli impianti elettrici, così come espressamente indicato dalle norme C.E.I., riportate nel manuale di uso e manutenzione delle macchine irrigatrici.

Enel segnala che il numero verde 803.500 è attivo per segnalare situazioni di pericolo o guasti sia da rete fissa che da cellulare 24 ore al giorno, 7 gg su 7, tutti i giorni dell’anno.