BMTI lattiero caseari: lieve flessione del latte spot a novembre, bene i formaggi

Prezzo del latte spot nazionale (€/kg). Settembre 2020 – Novembre 2022

La Borsa Merci Telematica Italiana nell’analisi prezzi dei lattiero caseari riscontra che l’avvio di novembre ha mostrato dei primi segnali di cedimento dei prezzi del latte spot e delle materie grasse rilevati nei listini delle Camere di commercio e delle Borse Merci nazionali. Tra i formaggi DOP, invece, mercato sostenuto e prezzi in rialzo per il Grana Padano mentre prosegue la stabilità per il Parmigiano Reggiano, complice un mercato fermo sia per le forme “fresche” che stagionate. Stabili, dopo l’ulteriore aumento di fine ottobre, i prezzi dei formaggi freschi e molli.
Se per il latte spot nazionale il calo è stato marginale (-0,4% rispetto all’ultima settimana di ottobre), più accentuata la flessione accusata dal burro, in linea con i ribassi che si stanno osservando nel mercato europeo. Il burro prodotto con crema di latte è passato dai 6,80 €/kg della prima settimana di ottobre a 6,28 €/kg (-7,7%), complice una domanda contenuta. I prezzi rimangono comunque su livelli sostenuti, sebbene la crescita su base annua si sia attenuata sia per il latte spot (dal +63% di inizio ottobre a +49%) e, soprattutto, per il burro (da +62% a +21%). E restano elevati anche i prezzi dei formaggi molli, con un incremento su base annua che spazia dal +27% del Gorgonzola al +28% del Provolone Valpadana (oltre 3 mesi di stagionatura) fino al +44% dell’Asiago.
Tra i formaggi stagionati, i prezzi all’ingrosso del Grana Padano stagionato 10 mesi ha raggiunto i 9,20 – 9,50 €/kg mentre il prodotto stagionato 15-16 mesi si è attestato sui 9,80 – 9,90 €/kg. Per il Parmigiano Reggiano, lo stagionato 24 mesi si è attestato su 11,60 – 11,80 €/kg, lo stagionato 12-13 mesi, prodotto di pianura, si è posizionato, invece, su 10,50 – 10,60 €/kg.

Fonte: BMTI