Campagna vaccinale antinfluenzale al via, la LIBERA ASSOCIAZIONE AGRICOLTORI CREMONESI raccomanda la somministrazione da parte del personale che a qualunque titolo opera negli allevamenti.

Si riapre, come ogni anno, la campagna vaccinale antinfluenzale e, la Libera Associazione Agricoltori Cremonesi si attiva per la sensibilizzazione verso le categorie agricole più a rischio, vale a dire quelle che lavorano a stretto contatto con le specie animali.

Il Ministero della Salute raccomanda caldamente la vaccinazione ai lavoratori a contatto con specie animali, che sono naturali serbatoi dei virus influenzali, o che possono ammalarsi a loro volta a causa di questi ultimi. Per tale ragione, invitiamo allevatori, addetti all’attività di allevamento, addetti al trasporto di animali vivi, macellatori, vaccinatori e veterinari, sia pubblici che privati, a ricorrere a questo strumento di protezione.

 La vaccinazione verrà somministrata in forma del tutto gratuita. L’obiettivo è quello di evitare co-infezioni tra virus influenzali umani e virus influenzali patogeni per specie animali, come ad esempio l’aviaria, che potrebbero dare luogo ad una ricombinazione virale in grado a sua volta di originare un nuovo virus, altamente patogeno, trasmissibile da uomo a uomo.

 Come fare dunque per richiedere la somministrazione del vaccino? Le modalità sono due, entrambe precedute da richiesta di prenotazione. È possibile in primis contattare il proprio medico di medicina generale, se aderente alla campagna vaccinale, o prenotarsi presso i centri vaccinali delle ASST di Crema, Cremona e Mantova, o presso le farmacie territoriali aderenti.

 Le prenotazioni saranno attive a partire dal prossimo 18 ottobre, utilizzando l’apposita piattaforma regionale disponibile all’indirizzo web www.vaccinazioneantinfluenzale.regione.lombardia.it.

 Si ricorda inoltre che, presso i centri vaccinali delle ASST di riferimento, sarà possibile richiedere, in concomitanza con la vaccinazione antinfluenzale, anche la somministrazione del nuovo vaccino bivalente anti Covid-19, aggiornato alle varianti Omicron BA.4-5., disponibile per la terza e la quarta dose.