Canoni regionali per i pozzi, la scadenza è il 30 giugno

Il 30 giugno 2021 scade il termine per il versamento del canone demaniale per l’utilizzo dell’acqua pubblica relativo all’anno in corso. Regione Lombardia invierà entro giugno un avviso di scadenza del pagamento a tutti i soggetti titolari di utenza, per ogni utenza di acqua pubblica; l’avviso riporterà la somma da versare a titolo di canone per l’anno 2021 e le modalità per effettuare il pagamento. Si precisa inoltre che la Regione Lombardia ha adottato il sistema di pagamento pagoPA@, come descritto nelle istruzioni allegate agli avvisi di pagamento in arrivo, utilizzabile presso tutti gli istituti bancari. A decorrere dall’anno 2021, in caso di pagamento oltre il termine del 30 giugno, l’importo del canone deve essere integrato da una mora pari al 2% dell’importo. La mora si applica semestralmente pertanto l’importo dovuto se versato dopo la scadenza del 30 giugno sarà pari al 102% del dovuto. L’avviso di scadenza prevederà automaticamente l’applicazione della mora pari al 2% per i pagamenti che saranno effettuati dal 1° luglio 2021. Se il pagamento, già gravato dalla mora, non interverrà comunque entro il 31 dicembre 2021, con l’anno successivo saranno avviate le procedure di sollecito con l’applicazione ogni 6 mesi di ritardo di un’ulteriore mora del 2% dell’importo del canone.

Fonte: L’Agricoltore