Chiarimenti dalla Regione Lombardia per lo spandimento dei fertilizzanti

La Libera Associazione Agricoltori ringrazia gli Assessori Rolfi e Cattaneo

Martedì 23 febbraio sono entrate in vigore le “Misure per il miglioramento della qualità dell’aria: nuove disposizioni inerenti alle limitazioni della circolazione dei veicoli più inquinanti in relazione anche all’emergenza sanitaria da Covid-19” – Delibera n. XI/3606 del 28.09.2020 Regione Lombardia.

Si ringrazia l‘Assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi Verdi, Fabio Rolfi e l’Assessore all’Ambiente e Clima, Raffaele Cattaneo per il lavoro svolto, rispondendo alle sollecitazioni della Libera Associazione Agricoltori Cremonesi che si è prontamente attivata presso le sedi preposte rappresentando le difficoltà a tali limitazioni.

La DG Agricoltura, dopo un incontro con la DG dell’ambiente, ieri sul suo sito, alla voce nitrati, ha pubblicato un’informativa con le pratiche relative allo spandimento dei liquami e dei concimi (anche chimici).

Con riferimento all’Allegato 4 alla D.g.r. 3606/2020 e in particolare alla misura b.6 introdotta in caso di attivazione delle misure di primo livello in caso di perdurante superamento delle concentrazioni di PM10 si precisa quanto segue.

FAQ QUALITÀ ARIA E MISURE TEMPORANEE DI 1° E 2° LIVELLO

Il “divieto di spandimento degli effluenti di allevamento, delle acque reflue, dei digestati, dei fertilizzanti e dei fanghi di depurazione” in tutto il territorio provinciale interessato dall’attivazione del provvedimento si intende applicato alle seguenti matrici:

• Liquame tal quale

• Liquame separato liquido

• Digestato tal quale

• Digestato separato liquido

• Carbonato, Solfato e Nitrato d’ammonio

Le modalità di distribuzione delle sostanze sopra richiamate sono sempre consentite in caso di iniezione o interramento immediato, cioè contestuale alla distribuzione, anche con l’utilizzo in sequenza di più attrezzature contemporaneamente operanti sull’appezzamento, oppure effettuate con le seguenti modalità:

• Interramento a media profondità con calate ravvicinate e contestuale lavorazione del terreno con dischi o zappette;

• Distribuzione localizzata mediante barra con calate anche su colture in atto senza rischi di danneggiare l’apparato aereo;

• Rasoterra con interramento immediato su terreno nudo e nelle colture sarchiate;

• Rasoterra o in bande sulle colture prative e nei seminativi a fila continua;

• Distribuzione in bande con scarificazione su Prati permanenti, copertura cereali autunno-vernini;

• Distribuzione in bande su Prati permanenti e arativi con colture alte meno di 30 cm

• Interramento superficiale a pochi centimetri per Prati e per suoli arativi Interramento profondo con ancore a 50 cm o più;

• Iniezione poco profonda (solco aperto) su Prati permanenti, arativi;

• Iniezione profonda (solco chiuso) su arativi • Sub-irrigazione, irrigazione con ala gocciolante, fertirrigazione mediante pivot e ranger

CLICCA QUI per gli aggiornamenti puntuali sui divieti in atto.

 Per informazioni sui divieti previsti dalle limitazioni di 1° e 2° livello è possibile consultare la seguente INFOGRAFICA.

 LE MISURE SI APPLICANO SU TUTTI I COMUNI DELLA PROVINCIA DI CREMONA INDIPENDENTEMENTE DALLA LORO ADESIONE AL PIANO ARIA.