Cibus: gli appuntamenti di Confagricoltura

Stand di Confagricoltura al Cibus.
Fonte: Confagricoltura

Cibus, la fiera internazionale di riferimento dell’agroalimentare italiano che si svolge a Parma, riparte in presenza, da oggi, 31 agosto, fino al 3 settembre. Confagricoltura vi partecipa attivamente, con uno spazio espositivo (padiglione 5, L10) e una serie di iniziative, animando così il confronto con tutti gli attori della filiera.

«Dopo il lungo periodo di lockdown si riparte dal food and beverage italiano che non solo ha soddisfatto i consumi interni durante la pandemia, ma ha aumentato anche l’esportazione dei prodotti di punta dell’agroalimentare italiano come pasta, pomodoro, olio e formaggi di alta qualità. Cibus rappresenta una vetrina fondamentale per l’export del made in Italy e non potevamo non essere presenti». Lo ha sottolineato il presidente di Confagricoltura, Massimiliano Giansanti.

Si segnala, in particolare, il convegno del 1 settembre in sala Barilla «L’informazione nutrizionale in Europa fra rischi e opportunità», momento di approfondimento sul grande dibattito europeo sul sistema di etichettatura Nutriscore, che metterà a confronto produttori, ricercatori, nutrizionisti ed esperti di salute e sicurezza alimentare. Al convegno presenzierà anche Riccardo Crotti, presidente della Libera Associazione Agricoltori Cremonesi e di Confagricoltura Lombardia. Durante l’evento, Confagricoltura presenterà i risultati della ricerca di Agronetwork — associazione di promozione dell’agroindustria fondata dalla Confederazione insieme a Nomisma e LUISS — sui sistemi di etichettatura nutrizionale e il loro utilizzo da parte dei consumatori.

Giovedì il programma prevede poi l’evento dell’Anga, organizzato insieme ai Giovani di Federalimentare, «Pnrr: strumenti per i giovani imprenditori dell’agroalimentare», sui finanziamenti agevolati attivabili dal Pnrr.

Confagricoltura ha collaborato inoltre all’organizzazione di altri due momenti. Quello con Assobibe, «La filiera delle bevande analcoliche, rischi ed opportunità» domani alle 16,30 nella sala Workshop, e l’appuntamento in collaborazione con Grande Impero, che si terrà nella sala Barilla giovedì alle 16,30, «Filiera del Made in Italy: origine, qualità, sostenibilità», una tavola rotonda con gli esponenti della filiera grano-pane.

Non mancheranno poi, presso lo stand di Confagricoltura, incontri, degustazioni e show cooking.

«Cibus — ha concluso Giansanti — è anche l’occasione per condividere con tutti gli operatori del settore strumenti e strategie per affrontare le grandi sfide, tra queste c’è quella di coprire il nostro fabbisogno: oggi produciamo il 75% di esso; dobbiamo arrivare al 100%. Produrre di più, in modo più competitivo, deve essere il nostro obiettivo, l’obiettivo di tutta la filiera».

Fonte: Confagricoltura