Consiglio Agricoltura UE Presidenza francese: programma di lavoro

Lunedì 17 gennaio si terrà a Bruxelles la prima riunione del Consiglio Agricoltura e Pesca della Ue sotto la presidenza francese. La riunione sarà presieduta dal ministro francese per l’agricoltura e l’alimentazione Julien Denormandie., che nel corso della sessione presenterà il programma di lavoro messo a punto, a Parigi, per il semestre alla guida dell’Unione. Nel settore agricolo la presidenza si concentrerà su tre aspetti principali:

  • reciprocità delle norme per i prodotti dell’UE e dei paesi terzi
  • agricoltura a basse emissioni di carbonio e sequestro del carbonio nei terreni agricoli
  • riduzione dell’uso di pesticidi nell’agricoltura

La sessione prevede inoltre una relazione sulla Situazione del mercato agricolo, e sulla base delle informazioni fornite dalla Commissione e dagli Stati membri, i ministri potranno per fare il punto sull’impatto determinato dal forte aumento dei costi di produzione.

I ministri saranno informati dalla Commissione sulle questioni agricole connesse al commercio. Seguirà uno scambio di opinioni.

La Commissione europea fornirà informazioni in merito alla conferenza ad alto livello sul tema “Il benessere degli animali nell’UE oggi e domani“, svoltasi online il 9 dicembre 2021 e presenterà la sua comunicazione sui cicli del carbonio sostenibili, adottata il 15 dicembre 2021, che stabilisce misure volte ad aumentare l’eliminazione del carbonio presente nell’atmosfera.

All’ordine del giorno anche l’avvio dei lavori sul regolamento concernente le importazioni a deforestazione zero.

Il ministro dell’Agricoltura Denormandie, in una recente conferenza stampa, ha dichiarato che l’Europa non può più accettare di importare prodotti che non soddisfano gli standard che vengono imposti agli agricoltori europei. La reciprocità come condizione per l’accesso al mercato unico sarà la prima priorità per la presidenza francese. Gli altri obiettivi della Francia sono:

  • Avanzamento della discussione sulla proposta di regolamento della Commissione per contrastare la deforestazione a livello globale. Il progetto legislativo prevede di assegnare agli importatori il compito di documentare che i prodotti destinati al mercato europeo non sono stati ottenuti su terreni disboscati illegalmente.
  • Riconoscimento del ruolo dell’agricoltura nella lotta al cambiamento climatico. In dettaglio, si punta sul varo di un dispositivo europeo per valorizzare, anche in termini di reddito aggiuntivo per gli agricoltori, l’attività di sequestro del carbonio. La questione sarà al centro della riunione informale dei ministri in programma il 6 e 7 febbraio, a Strasburgo, in vista di una specifica proposta della Commissione attesa entro la fine di quest’anno.
  • Riflessione su una nuova strategia per contrastare l’influenza aviaria. Secondo Denormandie, la soluzione più efficace in prospettiva è quella di ricorrere alla vaccinazione. In Francia, nel mese di gennaio prenderà avvio la sperimentazione di due vaccini.

Fonte: Agrisole