CONTRIBUTI ECONOMICI PER PARTECIPARE ALLE FIERE ZOOTECNICHE INTERNAZIONALI DI CREMONA

Grazie all’iniziativa di SIMEST, società appartenente al gruppo Cassa Depositi e Prestiti, da agosto è possibile chiedere un finanziamento agevolato SIMEST per la partecipazione a Fiere Internazionali in Italia anche in modalità virtuale prendendo in prestito fino a 150.000 € a tassi praticamente azzerati, di cui fino al 40% a fondo perduto.

Vediamo nel dettaglio l’iniziativa e le principali caratteristiche:

  • Importo massimo finanziabile: 150.000 €,
  • Tipologia agevolazione: 60% prestito di 4 anni e 40% a fondo perduto, senza richiesta di garanzie.
  • Esempi spese riconosciute: affitto area espositiva, allestimento e arredamento dell’area, fee iscrizione manifestazione virtuale, compresi i costi per l’elaborazione del contenuto virtuale, service audio video, compensi riconosciuti al personale incaricato dall’impresa (sia esterno che interno) compresi viaggi e soggiorni; trasporto a destinazione di materiale e prodotti esposti, compreso il trasporto di campionario; movimentazione dei macchinari/prodotti, partecipazione/organizzazione di business meeting, workshop, B2B, B2C, webinar e spese di pubblicità.
  • Durata del finanziamento: 4 anni di cui 12 mesi di preammortamento.

Per maggiori info e presentazione domande (a partire dal 06/08) clicca qui

Termine presentazione domanda: dalla prossima pubblicazione del provvedimento a fine 2020

Regione Lombardia: contributi

Anche la Regione Lombardia mette a disposizione dei contributi a fondo perduto, ma è prevista una spesa minima per l’ammissibilità del progetto di 6.000 €. 

Ogni domanda può prevedere la partecipazione fino a 3 edizioni delle Fiere Zootecniche di Cremona entro il 2022.

Presentazione domande on line a partire dal 15 settembre 2020

I contributi sono destinati a tutte le Micro, Piccole e Medie Imprese, iscritte al Registro delle Imprese e attive, con almeno una sede operativa attiva in Lombardia al momento dell’erogazione dell’agevolazione ed è solo per l’espositore titolare dell’area espositiva.

Vediamo nel dettaglio le spese ammissibili:

  • Costi per la partecipazione alla fiera.
  • Consulenze propedeutiche alla partecipazione alla fiera e consulenze per la gestione dei follow up (massimo 20% della voce di spesa 1), comprese le spese di comunicazione.
  • Costi di personale (riconosciuti in maniera forfettaria nella misura del 20% delle voci di spesa 1 e 2).
  • Costi generali (riconosciuti in maniera forfettaria nella misura del 7% delle voci di spesa 1, 2 e 3).

Determinazione contributo:

A) Nuovi espositori – massimo erogato 15.000 €

(50% A FONDO PERDUTO delle spese ammissibili, nel caso di partecipazione ad una sola fiera
60% A FONDO PERDUTO delle spese ammissibili, nel caso di partecipazione a 2 o più fiere)

B) Espositori abituali – massimo erogato: 10.000 €

(40% A FONDO PERDUTO delle spese ammissibili, nel caso di partecipazione ad una sola fiera.
50% A FONDO PERDUTO delle spese ammissibili, nel caso di partecipazione a 2 o più fiere.)

Per maggiori informazioni, leggi il Bando regionalePer accedere alla procedura online clicca qui