CORTE DEI CONTI UE, RELAZIONE SU STABILIZZAZIONE DEL REDDITO

La Corte dei Conti europea ha pubblicato la Relazione speciale n. 23/2019 “Stabilizzazione del reddito degli agricoltori: è disponibile una gamma completa di strumenti, ma occorre porre rimedio al loro limitato utilizzo e alle compensazioni eccessive” secondo la quale gli strumenti UE volti ad aiutare gli agricoltori ad assicurarsi contro calo dei prezzi e perdite di produzione a tutela del loro reddito hanno raggiunto solo in parte gli obiettivi perseguiti e il loro utilizzo è modesto e non uniforme. La Corte ha esaminato la completezza e la coerenza degli strumenti offerti dall’UE per prevenire e gestire i rischi e le crisi. Ha verificato se gli strumenti predisposti a tal fine siano stati attuati in modo efficiente e se abbiano prodotto risultati. Si è concentrata sulle modalità con cui gli agricoltori hanno utilizzato il sostegno dell’UE per l’assicurazione e le misure eccezionali attivate per il settore ortofrutticolo a seguito del divieto di importazione di alcuni prodotti dell’UE adottato nel 2014 dalla Federazione Russa. La Corte afferma che il ricorso al sostegno UE per l’assicurazione resta limitato, solo una piccola parte degli agricoltori ne ha beneficiato, inoltre alcune misure eccezionali non sono state adeguatamente mirate e possono condurre al pagamento di compensazioni eccessive. www.eca.europa.eu/it/