DENUNCIA PRELIEVI IDRICI E PAGAMENTO CANONI DEMANIALI

Si ricorda che il 30 settembre (data prorogata per il solo 2020) scade il termine per la presentazione della denuncia annuale dei volumi d’acqua prelevati in forma autonoma nel 2019, da pozzo, corsi d’acqua superficiale, cave, ecc.

Il termine per la presentazione della denuncia annuale dei consumi delle acque pubbliche, già previsto per il 31 marzo, è stato infatti prorogato al 30 settembre a causa dell’emergenza sanitaria Coronavirus.

La denuncia deve essere presentata da tutti i titolari di concessione di derivazione di acque sotterranee e superficiali anche se il prelievo nel 2019 è stato pari a zero.

L’omessa denuncia è sanzionata pesantemente.

Sempre il 30 settembre, anche in questo caso solo per il 2020, è anche il termine per provvedere al pagamento del canone demaniale per l’uso delle acque pubbliche sotterranee (pozzi) e di superficie.

In relazione agli obblighi sopra accennati, gli associati potranno rivolgersi al più presto ai nostri Uffici di Sede e di Zona per ogni necessità.