DIVIETO BRUCIATURA RAMAGLIE DAL 1/10 AL 31/3 OGNI ANNO

Dal prossimo 1° ottobre e fino al 31 marzo 2021 scatta il divieto di bruciatura delle ramaglie nei Comuni posti a quota inferiore a 300 m.

Si ricorda infatti che Regione Lombardia, in ragione della particolare criticità del territorio regionale relativa alle concentrazioni di particolato atmosferico PM10, ha ritenuto di vietare in tale periodo di ogni anno la combustione dei piccoli cumuli di residui vegetali altrimenti consentita dalla norma nazionale.

Si rammenta infatti che è considerata pratica agricola “il raggruppamento e l’abbruciamento di piccoli cumuli di residui vegetali in quantità giornaliere non superiori a tre metri steri per ettaro effettuata nel luogo di produzione”.

Lo stero è un’unità di misura di volume apparente (usata generalmente per la legna) ed equivalente a un metro cubo vuoto per pieno, in altre parole corrisponde al volume di una catasta di tronchi lunghi un metro ed alta sempre un metro.