DPCM “Natale”: Misure urgenti per le festività natalizie e di inizio anno nuovo

Il provvedimento stabilisce che nei giorni festivi e prefestivi compresi tra il 24 dicembre 2020 ed il 6 gennaio 2021, l’intero territorio nazionale sarà zona rossa (divieto totale di spostamento tranne che per motivi di lavoro, salute, necessità), come da DPCM 3.12.2020.

Il 28, 29 e 30 dicembre 2020 e 4 gennaio 2021 l’intero territorio nazionale sarà zona arancione (chiusi bar e ristoranti, asporto fino alle ore 22, aperti negozi, consentito lo spostamento tra comuni con popolazione non superiore a 5.000 abitanti e per una distanza non superiore a 30 km, ma non verso i capoluoghi di provincia).

Si può andare — al massimo in due, non includendo minori, disabili o persone non autosufficienti e con un solo spostamento al giorno — a trovare un parente o un amico, anche fuori comune (ma all’interno della propria regione).

Inoltre, l’articolo 2 del decreto-legge riconosce ristori a fondo perduto – per le attività dei servizi di ristorazione (anche agriturismi) – alle aziende che  hanno già beneficiato del contributo a fondo perduto di cui all’articolo 25 del decreto-legge 19 maggio 2020 (decreto rilancio: 20% della differenza  fatturato/corrispettivi aprile 2020 e aprile 2019).

Si rammenta che per gli spostamenti, anche per lavoro, necessita sempre l’autocertificazione.