FIRMATO IL PROTOCOLLO DI INTESA TRA IL CONSORZIO DEL FORMAGGIO PARMIGIANO REGGIANO E BORSA MERCI TELEMATICA ITALIANA

OBIETTIVO: LA VALORIZZAZIONE DEL PRODOTTO

A Reggio Emilia, presso la sede del Consorzio del Formaggio Parmigiano Reggiano, è stato firmato il Protocollo di Intesa tra il Consorzio e Borsa merci telematica italiana Scpa, con lo scopo di valorizzare il formaggio Parmigiano Reggiano attraverso specifiche iniziative tra cui la costituzione di un mercato telematico regolamentato riferito al prodotto Dop di montagna.

Con oltre 1.100 allevatori che annualmente producono 4 milioni di quintali di latte, il Parmigiano Reggiano è il più importante prodotto Dop ottenuto in montagna: un’attività preziosissima dal punto di vista sociale per mantenere attiva la dorsale appenninica tra Bologna e Parma, grazie al lavoro nelle foraggere e in caseificio.

Nasce così il “Prodotto di Montagna – Progetto Qualità Consorzio”, proprio per dare maggiore sostenibilità allo sviluppo della montagna e offrire ai consumatori garanzie aggiuntive legate, oltre all’origine, anche alla qualità del formaggio.

Il prodotto è subito riconoscibile grazie al suo colore paglierino intenso dovuto ai fieni, ai prati e alle essenze presenti in montagna. All’esame olfattivo sono apprezzabili aromi di frutta fresca, spezie e brodo di carne, mentre al palato emerge l’equilibrio perfetto tra i cinque sapori (acido, salato, dolce, amaro e umami) accompagnato da una buona granulosità e solubilità.


Organismo di Controllo (Ocq-PR) è l’ente che rilascia la certificazione dopo avere verificato il rispetto delle condizioni di produzione: 100% del latte munto nelle zone di montagna; il 60% della materia secca, su base annuale, dell’alimentazione deve provenire da zone di montagna; deve avere luogo in stabilimenti ubicati all’interno delle zone di montagna. Inoltre solo al formaggio che sarà giudicato idoneo organoletticamente da un panel di esperti assaggiatori del Consorzio, sarà apposto un marchio di selezione e otterrà la certificazione “Prodotto di Montagna”.

Secondo Andrea Zanlari, presidente di Bmti questo Protocollo sancisce l’inizio di una lunga collaborazione volta a promuovere il formaggio Parmigiano Reggiano a livello nazionale e internazionale assicurando sempre chiarezza nelle contrattazioni, ma non solo, la nuova piattaforma punta a promuovere una forma innovativa di vendita, cioè basata sull’acquisto con consegna differita. Un sistema rivoluzionario per i formaggi a lunga stagionatura, che  può diventare un modello per altre eccellenze dell’agroalimentare italiano.