Fondo per gli investimenti innovativi delle imprese agricole: decreto direttoriale Mise – 2 Maggio 2022

Il Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) lo scorso anno aveva firmato il decreto che istituisce un fondo di 5 milioni di euro per le imprese agricole che investono in beni strumentali.

Per accedere alle agevolazioni, gli investimenti devono: iniziare dopo la presentazione della richiesta di contributo; concludersi entro 12 mesi dalla data del provvedimento di concessione; essere mantenuti per almeno 3 anni.

Con decreto direttoriale del 2/5/2022, sono stati indicati i termini e le modalità di presentazione delle domande di concessione. È necessario leggere con molta attenzione quanto segue poiché le casistiche di accesso ai fondi sono molto ristrette. Prima di chiedere informazioni è necessario effettuare una valutazione.

1- possono presentare domanda le imprese agricole che intendono realizzare investimenti inerenti le seguenti attività

Trasformazione di prodotti agricoli: qualsiasi trattamento di un prodotto agricolo in cui il prodotto ottenuto resta pur sempre un prodotto agricolo, eccezion fatta per le attività svolte nell’azienda agricola necessarie per preparare un prodotto animale o vegetale alla prima vendita.

Commercializzazione di prodotti agricoli: la detenzione o l’esposizione di un prodotto agricolo allo scopo di vendere, mettere in vendita, consegnare o immettere sul mercato in qualsiasi altro modo detto prodotto, ad eccezione della prima vendita da parte di un produttore primario a rivenditori o a imprese di trasformazione, e qualsiasi attività che prepara il prodotto per tale prima vendita, la vendita da parte di un produttore primario a consumatori finali è considerata commercializzazione di un prodotto agricolose avviene in locali separati , adibiti a tale scopo.

Sostanzialmente con le definizioni di cui sopra, la produzione primaria di carne, latte e cereali, destinati alla prima vendita è esclusa dalla possibilità di presentare domanda a valere sul fondo.

2- termini e modalità di presentazione delle domande di concessione

Le domande possono essere presentate esclusivamente via pec, inviando l’apposito modulo allegato 1 al decreto firmato digitalmente, all’indirizzo – contributofia@pec.mise.gov.it – a partire dal 23 maggio 2022 e fino al 23 giugno 2022.

Le domande sono istruite secondo l’ordine cronologico di presentazione.

3- beni ammissibili e contributi

Acquisto di beni strumentali 4.0 di cui all’allegato A della legge 232/2016

Il contributo è pari al 40% delle spese (30% se non 4.0), con spesa non inferiore a 5.000 euro e contributo massimo concedibile di euro 20.000.

I soci che desiderano avere informazioni, sono invitati a contattare gli uffici tecnici oppure (preferibilmente) a scrivere alla casella mail fondoinvestimenti@liberacr.it attiva fino alla data del 15/06/2022, lasciando nome cognome numero di telefono – ufficio zona.