Francesco Lollobrigida (FdI) il nuovo Ministro per l’Agricoltura e la Sovranità alimentare del Governo Meloni

È nato il nuovo Governo targato Giorgia Meloni che, accettato l’incarico datole dal Presidente Sergio Mattarella, nel pomeriggio ha presentato l’elenco dei Ministri. Il giuramento del Governo domani alle 10.

Il Presidente della Repubblica nel ringraziare Mario Draghi che “ha fatto fronte all’esigenza di guida de Paese, concludendo la sua attività col consiglio europeo”, ha rivolto “con lo stesso spirito di collaborazione il buon lavoro al nuovo governo che domani mattina con il giuramento inizierà a svolgere i suoi compiti”.

Mattarella ha anche sottolineato come sia stato necessario procedere velocemente anche in considerazione delle condizioni interne e internazionali che esigono un governo nella pienezza dei suoi compiti.

Gli auguri di buon lavoro a Giorgia Meloni, al nuovo Governo ed al nuovo ministro Lollobrigida da parte della Libera Associazione Agricoltori Cremonesi. Ci auguriamo che il nuovo governo persegua gli obiettivi per dare nuovo impulso all’economia del Paese, per la quale l’agricoltura ha dimostrato la sua assoluta centralità, e con gli auspici che in questo momento storico particolarmente difficile ci sia la massima attenzione della politica alla tenuta delle imprese agricole, soffocate dai rincari energetici, dai sempre più elevati costi di produzione e alle prese con una agguerrita competizione sui mercati internazionali

Sono ventiquattro i ministeri, con alcuni cambiamenti nei nomi e nelle deleghe: lo Sviluppo economico diventa il ministero delle Imprese e del Made in Italy, quello della Transizione ecologica si chiamerà Ambiente e sicurezza energetica, le Politiche agricole cambiano in Agricoltura e sovranità alimentare e al ministero dell’Istruzione viene aggiunta la dicitura “del merito”. Le politiche europee tornano a essere un ministero e includeranno anche la Coesione territoriale e il Pnrr mentre il ministero del Sud sarà anche ministero del Mare e a quello della Famiglia si aggiunge la natalità.

Come sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Meloni ha annunciato che indicherà Alfredo Mantovano.

La lista dei ministri:

Ministeri con portafoglio:

 Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale: Antonio Tajani che sarà anche vicepremier

Interno: Matteo Piantedosi

Giustizia: Carlo Nordio

Difesa: Guido Crosetto

Economia e delle finanze: Giancarlo Giorgetti

Imprese e Made in Italy: Adolfo Urso

Agricoltura e Sovranità Alimentare: Francesco Lollobrigida

Ambiente e Sicurezza Energetica:  Gilberto Pichetto Fratin 

Infrastrutture e Mobilità Sostenibili: Matteo Salvini che sarà anche vicepremier

Lavoro e Politiche Sociali: Marina Calderone

Istruzione e Merito: Giuseppe Valditara

Università e Ricerca: Anna Maria Bernini

Cultura: Gennaro Sangiugliano

Salute: Orazio Schillaci

Turismo: Daniela Santanché

Ministeri senza portafoglio:

Rapporti con il Parlamento: Luca Ciriani

Pubblica Amministrazione: Paolo Zangrillo

Affari Regionali e Autonomie: Roberto Calderoli

Sud e Mare: Sebastiano Musumeci

Sport e Giovani: Andrea Abodi

Famiglia, Natalità e Pari Opportunità: Eugenia Roccella

Disabilità: Alessandra Locatelli

Riforme: Elisabetta Casellati

Affari Europei, Coesione Territoriale e PNRR: Raffaele Fitto

Chi è Francesco Lollobrigida

Dopo la conferma della designazione a capogruppo di Fdi, incarico ricoperto negli ultimi quattro anni, Francesco Lollobrigida, 50 anni è stato oggi designato dalla premier Giorgia Meloni per l’incarico di ministro dell’Agricoltura e della Sovranità alimentare.

Nato a Tivoli, vive a Roma, dove si è laureato in giurisprudenza. È pronipote di Gina Lollobrigida. Sposato con Arianna Meloni ha due figlie.
Entrato in politica fin da giovanissimo nel Fronte della Gioventù, l’organizzazione giovanile del Movimento Sociale Italiano. Ha svolto il servizio militare in Aeronautica. In seguito è stato consigliere comunale a Subiaco, consigliere provinciale di Roma, poi assessore allo sport, cultura e turismo del comune di Ardea, e Consigliere regionale nel Lazio. Nel 2008 diventa presidente di Alleanza Nazionale nella sezione provinciale di Roma e dal 2010 al 2012 del Popolo della Libertà (PdL). Dal 2010 al 2013 è stato assessore con deleghe regionali alla mobilità e ai trasporti nella giunta regionale del Lazio di Renata Polverini.
È tra i fondatori di Fratelli d’Italia e nel 2018 viene eletto capogruppo del partito a Montecitorio.