Frisitali: iscrizioni al via

Nuovo, importante passo avanti verso il debutto operativo di Fris.Ital.I., l’Associazione Nazionale Allevatori Frisona Italiana Indipendente presieduta da Elisabetta Quaini. Secondo quanto riportato nella lettera già recapitata a tutti i soci, ora è infatti possibile procedere all’iscrizione degli animali di razza Frisona Italiana al libro genealogico detenuto da Fris.Ital.I.

Sono previste modalità differenti per gli allevamenti attualmente iscritti al Libro Genealogico di Anafibj già sottoposti ai controllo funzionali (in questo caso verrà attivato il servizio integrato), e per quelli ad ora non iscritti al Libro Genealogico di Anafibj (scegliendo fra le modalità gestionali del servizio integrato e di quello genealogico).

La documentazione necessaria per l’iscrizione al Libro Genealogico deve essere inviata all’indirizzo di posta elettronica segreteria@frisitali.it entro le 12 di lunedì 21 novembre.

Ulteriori chiarimenti possono essere richiesti scrivendo al medesimo indirizzo mail.

Fris.Ital.I. organizza inoltre un incontro web aperto a tutti gli interessati per illustrare gli aspetti procedurali e rispondere ad eventuali domande: l’iniziativa è in programma martedì 15 alle 18.00. Il codice per accedere alla riunione è meet.google.com/wph-kn-nb-ejw.

“Attraverso il portale web dell’Associazione – spiega la Presidente Elisabetta Quaini – gli allevatori iscritti potranno consultare i dati dei loro animali, oltreché richiedere i certificati genealogici ed altri documenti”. Il costo per l’iscrizione degli animali, la prima valutazione morfologica e la consultazione dei dati sul portale è di 1,40 euro per capo controllato all’anno, a partire dal 2023 e con pagamento anticipato da effettuare entro il 28 febbraio dell’anno prossimo. Per l’anno in corso, nulla è dovuto.

“Con la comunicazione appena inviata ai soci – conclude Quaini – riteniamo di aver dato avvio alla fase operativa di Fris.Ital.I. Il percorso sarà ancora lungo e difficile ma siamo fiduciosi sul positivo sviluppo di tutta la breve storia della nostra associazione”.