GAL Oglio Po, Contributi per le aziende agricole – Bando 4.1.01 Investire in qualità e sostenibilità

L’Operazione si pone l’obiettivo di stimolare la competitività del settore agricolo, garantire la gestione sostenibile delle risorse naturali e contribuire alle azioni per il clima. L’azione mira a favorire l’adozione di pratiche agricole di qualità e di sostenibilità, per incrementare il numero di aziende che si distinguono per l’eccellenza qualitativa e che riducono il loro impatto sull’ambiente. A medio – lungo termine ciò dovrebbe ridurre l’inquinamento e migliorare l’uso delle risorse naturali in agricoltura sul territorio dell’Oglio Po.

L’Operazione si attua sul territorio LEADER di competenza del GAL Oglio Po e comprendente i Comuni di: Calvatone, Casteldidone, Cella Dati, Cingia de’ Botti, Derovere, Gussola, Isola Dovarese, Martignana di Po, Motta Baluffi, Ostiano, Pessina Cremonese, Piadena Drizzona, Rivarolo del Re ed Uniti, San Daniele Po, San Martino del Lago, Scandolara Ravara, Solarolo Rainerio, Spineda, Tornata, Torre de’ Picenardi, Torricella del Pizzo, Volongo, Voltido, Acquanegra sul Chiese, Bozzolo, Canneto sull’Oglio, Casalromano, Castellucchio, Gazzuolo, Pomponesco, Sabbioneta.

Dotazione finanziaria

La dotazione finanziaria complessiva dell’Operazione, per l’applicazione delle presenti disposizioni attuative, è pari a € 300.000,00 (trecentomila/00).

Soggetti beneficiari

Possono presentare domanda i seguenti soggetti:

a) imprenditore individuale;

b) società agricola di persone, capitali o cooperativa.

Interventi ammissibili

Sono ammissibili, solamente se relative ai prodotti compresi nell’Allegato I del Trattato dell’Unione Europea, le seguenti tipologie d’intervento:

a) opere di miglioramento fondiario di natura straordinaria;

b) impianto e/o reimpianto di colture arboree specializzate pluriennali e/o di piccoli frutti, soltanto con contestuale realizzazione del relativo impianto antigrandine; dall’obbligo di realizzazione dell’impianto antigrandine sono esentati gli impianti di frutta a guscio;

c) adeguamento impiantistico, igienico sanitario e per la sicurezza dei lavoratori, di livello superiore a quello definito dalle norme vigenti. Nel caso di giovani agricoltori, beneficiari della Operazione 6.1.01 – “Incentivi per la costituzione di nuove aziende agricole da parte di giovani agricoltori” del PSR 2014-2020, che si insediano per la prima volta in un’azienda agricola, è ammissibile l’adeguamento ai requisiti minimi definiti dalle norme comunitarie, nazionali o regionali, comprese quelle vigenti nell’ambito impiantistico, igienico sanitario e per la sicurezza dei lavoratori, purché terminato entro 24 mesi dalla data di primo insediamento;

d) acquisto e/o realizzazione di impianti e acquisto di dotazioni fisse, ossia installate in modo permanente, per la produzione, lavorazione e conservazione dei prodotti aziendali; per la trasformazione e commercializzazione e/o vendita diretta dei prodotti aziendali; per la movimentazione, il trattamento e la valorizzazione degli effluenti di allevamento; per la protezione delle acque dall’inquinamento provocato dai nitrati provenienti da fonti agricole; per la riduzione dei consumi energetici o il miglioramento dell’efficienza energetica, tramite l’’installazione di sistemi e/o dispositivi finalizzati a tale scopo;

e) acquisto di nuove macchine e attrezzature, limitatamente a quanto riportato nell’Allegato 1 delle presenti disposizioni attuative;

f) realizzazione di strutture e/o acquisto di dotazioni per la protezione delle colture dai parassiti, ad esempio l’acquisto di reti antinsetto;

g) acquisto di capannine agrometeorologiche aziendali per la razionalizzazione della gestione agronomica e fitosanitaria delle colture;

h) acquisto di apparecchiature e/o strumentazioni informatiche relative agli investimenti di cui alle lettere precedenti e spese di certificazione dei sistemi di qualità ai sensi delle norme ISO14001, EMAS, GlobalGap;

i) realizzazione di impianti per la produzione di energia da fonti energetiche rinnovabili a esclusivo utilizzo aziendale (impianti fotovoltaici e solare termico) che dovranno essere installati su fabbricati rurali produttivi afferenti all’impresa.

Termine entro cui presentare la domanda

La domanda può essere presentata dal giorno 28 Febbraio 2022 ore 9.00 al giorno 30 Marzo 2022 alle ore 16.00. La domanda risulta presentata con la validazione della domanda in Sis.Co. Ciò avviene quando il beneficiario ricarica a sistema la domanda che ha firmato digitalmente. La domanda che risulta presentata dopo la scadenza dei termini di presentazione (30 Marzo 2022 alle ore 16.00) non è ricevibile e quindi non è oggetto di istruttoria e i procedimenti si considerano conclusi. La presentazione della domanda entro la data e l’orario stabiliti come termine ultimo di presentazione è di esclusiva responsabilità del richiedente.

Clicca qui per la pagina del bando.