GREEN NEW DEAL: AGRICOLTORI DEVONO ESSERE PROTAGONISTI

Paolo De Castro, coordinatore S&D della Commissione agricoltura dell’Europarlamento ha detto che la ‘rivoluzione’ verde da 1.000 miliardi di euro che l’Europa ha lanciato dall’Europarlamento non si farà senza la partecipazione attiva degli agricoltori e dell’intero sistema agroalimentare italiano ed europeo che devono essere protagonisti del loro cambiamento. Con il via libera al green new deal, l’Unione europea raccoglie la sfida di progettare un sistema alimentare competitivo, equo, salutare e sostenibile, che risponda alle richieste di qualità dei consumatori. Ma il tutto si deve coniugare con la redditività delle imprese agricole. Gli agricoltori devono essere incentivati verso metodi di produzione sempre più virtuosi, devono essere promossi accordi commerciali con l’adozione di norme di reciprocità nei processi produttivi rispettate dai produttori dell’Ue. Gli agricoltori e l’intero comparto agroalimentare hanno bisogno di certezze per programmare le loro strategie aziendali. Al contrario abbiamo di fronte la ‘nebulosa’ della Brexit, la fissazione di un bilancio europeo pluriennale, una nuova riforma della Pac che dovrebbe portare, anche grazie a più ricerca e innovazione, ad aprire nuove opportunità per il settore e soprattutto per i giovani