Il Consiglio europeo dà il via libera all’accordo sulle indicazioni geografiche tra Europa e Cina

Nel quadro della cooperazione tra l’UE e la Cina in materia di indicazioni geografiche e loro protezione, è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell’UE del 4 dicembre 2020 la Decisione (UE) 2020/1832 del Consiglio del 23 novembre 2020 relativa alla conclusione dell’accordo tra l’Unione europea e il governo della Repubblica popolare cinese sulla cooperazione in materia di indicazioni geografiche e sulla loro protezione e l’Accordo tra l’Unione europea e il governo della Repubblica popolare cinese sulla cooperazione in materia di indicazioni geografiche e sulla loro protezione.

La cooperazione tra l’UE e la Cina nel settore delle indicazioni geografiche è iniziata nel 2006 e ha portato, sei anni dopo, alla protezione di una prima serie di dieci prodotti di entrambe le parti, confermando l’importanza del mercato cinese per i prodotti agroalimentari. Il 23 novembre, dopo l’approvazione del Parlamento europeo l’11 novembre,è stato fatto un importantissimo passo avanti: il Consiglio ha adottato una decisione relativa alla conclusione dell’accordo tra l’Unione europea ed il governo della Repubblica popolare cinese concernente la cooperazione in materia di indicazioni geografiche (IG) e la loro protezione. L’accordo potrebbe entrare in vigore all’inizio del 2021, in seguito dell’ultima notifica scritta delle parti con cui si certifica che le rispettive procedure giuridiche necessarie all’entrata in vigore dell’accordo sono state espletate.

100 IG agroalimentari europee, quali Queso Manchego, Champagne, Cava, Polska Wódka, Feta, Münchener Bier, Irish whiskey, Porto, Prosciutto di Parma e Ouzo, godranno di protezione giuridica dalle imitazioni e dall’uso improprio del nome del prodotto in Cina.

Analogamente, nell’UE saranno protetti 100 prodotti cinesi, fra cui Pixian Dou Ban (pasta di fagioli Pixian), Anji Bai Cha (tè bianco Anji), Panjin Da Mi (riso Panjin) e Anqiu Da Jiang (zenzero Anqiu), garantendo così il rispetto reciproco delle migliori tradizioni agricole.