Il punto sul credito di imposta investimenti in beni strumentali nuovi di cui all’Articolo 1, commi da 185 a 197 della legge n. 160 del 27 dicembre 2019 (c.d. credito industria 4.0).

Si sta approssimando la scadenza entro la quale è possibile effettuare gli investimenti in beni strumentali nuovi mobili usufruendo dei relativi crediti di imposta. Si ricorda che gli investimenti vanno effettuati entro il 31/12/2020 o entro il 30/06/2021 a condizione che entro la data del 31 dicembre 2020 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20 per cento del costo di acquisizione.

In caso di acquisto con Leasing, si sa che il valore sui cui calcolare il credito di imposta è pari al costo sostenuto dal locatore (società di Leasing), è stato inoltre chiarito che qualora il bene non venisse consegnato entro il 31/12/2020 si rende necessario il pagamento di canoni o supercanone pari almeno al 20 per cento del costo sostenuto dal locatore entro tale data.

Purtroppo si sta assistendo a prese di posizione restrittive da parte dell’Agenzia delle Entrate che porta a escludere dalla platea degli investimenti quelli che riguardano gli impianti per la produzione di energie rinnovabili, ivi comprese le singole componenti degli stessi (interpello 904-1257/2020 dell’Agenzia delle Entrate Lombardia che a sua volta richiama la circolare Agenzia Entrate n. 4/E/2017 a suo tempo uscita relativamente ai super-ammortamenti).

Per contro secondo autorevole parere, fatto proprio da Confagricoltura è possibile destinare il credito di imposta maturato in capo alle società semplici, ai propri soci, in proporzione alle quote di possesso, in modo che questi ultimi possano compensare il credito con i propri tributi/contributi versati mediante modello F24.

A favore del contribuente è il parere espresso dall’Agenzia delle Entrate con Risposte n. 438 e 439/2020, per cui è possibile integrare successivamente la fattura di acquisto o altra documentazione relativa all’acquisto (es. Contratto di Leasing), qualora per dimenticanza non fossero riportati gli estremi di legge, i quali vanno obbligatoriamente indicati per usufruire del credito di imposta.

Si ricorda infine che ad oggi non ci sono novità circa tempi e modi con cui verrà comunicato al MISE il conteggio del credito di imposta né certezze per quanto riguarda future proroghe e rivisitazioni, e che il credito di imposta sarà utilizzabile esclusivamente in compensazione in cinque quote annuali di pari importo (ridotte a tre per gli investimenti in beni immateriali nuovi), a decorrere dall’anno successivo a quello di entrata in funzione dei beni o a decorrere dall’anno successivo a quello dell’avvenuta interconnessione. A tal proposito si invitano tutti gli associati a conservare le fatture e i documenti di acquisto nonché i pagamenti effettuati, al fine della loro consegna ai nostri uffici, per procedere ai necessari conteggi e adempimenti non appena sarà possibile.

  • Si stanno approssimando le scadenze per il versamento del II acconto Irpef e Irap previsti per il 30 Novembre e del saldo IMU previsto per il 16 Dicembre. A seguito dell’abolizione della TASI e del suo sostanziale accorpamento nell’IMU stiamo assistendo alla modifica delle aliquote da parte di diversi comuni (i quali potevano deliberare le variazioni entro il 16 Novembre). Ricordiamo che in base alla nuove normative in materia, l’IMU potrà colpire anche i fabbricati rurali strumentali nella misura massima dello 0,1%.
  • Per quanto riguarda l’IMIS e l’IMI (le imposte locali sugli immobili applicabili in Trentino Alto Adige in sostituzione dell’IMU) si ricorda che essendo stato sospeso il versamento dell’acconto di tali tributi in scadenza il 16 Giugno, ora si procede al versamento di quanto dovuto per tutto l’arco dell’anno in un unica soluzione entro il 16 Dicembre. Sono praticamente previste agevolazioni e sconti solo per realtà quali immobili produttivI e alberghiere/agrituristiche ma non per le seconde case.
  • Prevista la proroga dell’entrata in funzione della Plastic Tax e Sugar Tax al 01/07/2021.