INFLAZIONE: SALGONO PREZZI DAI SALUMI (+3%) ALLA FRUTTA (+8%)

Secondo i dati ISTAT, salgono i prezzi al consumo nel carrello della spesa nel mese di Agosto: dai salumi (+3,2%) alla pasta (+2,1%), dal latte (+1,5%) alla frutta (+8,1%) ma anche carne (+2,4%), pesce fresco (+2,1%), pane (+1%) e vino (+0,4%).

La situazione avrebbe del paradossale poichè mentre i prezzi al consumo per cibi e bevande aumentano, quelli pagati agli agricoltori e agli allevatori spesso diminuiscono con le quotazioni riconosciute ai produttori che non coprono più neanche i costi. In questo modo, il sistema agroalimentare nazionale è messo a rischio.

Al fenomeno delle speculazioni si aggiungono anche gli effetti di clima impazzito con il moltiplicarsi di eventi estremi come caldo torrido, nubifragi e grandine che hanno compromesso le produzioni di frutta e verdura provocando la perdita del lavoro di un intero anno in molte aziende agricole. Si ricorda a questo proposito, l’impegno di Confagricoltura nel richiedere misure tempestive a favore dei settori colpiti.