LA LOMBARDIA INVESTE SULL’ECONOMIA CIRCOLARE

La Giunta di Regione Lombardia ha approvato un incremento di 1.231.150 di euro del ‘Bando per l’Innovazione delle Filiere di Economia circolare in Lombardia – Fase 3’, attuato da Unioncamere Lombardia, approvato nel dicembre scorso.
L’iniziativa è finalizzata a promuovere e riqualificare le filiere lombarde, la loro innovazione e il riposizionamento competitivo di interi comparti rispetto ai mercati in ottica di economia circolare attraverso il sostegno a:
1. progetti che promuovano il riuso e l’utilizzo di materiali riciclati, di prodotti e sottoprodotti derivanti dai cicli produttivi in alternativa alle materie prime vergini, riduzione della produzione dei rifiuti;
2. Eco-design: progetti che tengano conto dell’intero ciclo

L’agevolazione viene concessa in regime ‘de minimis’ e consiste in un contributo a fondo perduto pari al 40% delle spese sostenute, fino ad un massimo concedibile di 80.000 euro, per un investimento minimo di 40.000

Alessandro Mattinzoli, Assessore allo Sviluppo Economico ritiene che questa misura non solo offra moltissime opportunità per le imprese, ma anche per la Regione stessa: “Da parte nostra – ribadisce – c’è la ferma volontà di finanziare tutti quelli con i requisiti e di scorrere così la graduatoria”.

Concorda con Mattinzoli Raffaele Cattaneo, Assessore all’Ambiente e Clima che sottolinea come il percorso verso l’economia circolare sia ormai una via obbligata per i territori e per le imprese, il fattore di sviluppo decisivo dei prossimi decenni.

Il rifinanziamento di questa misura evidenzia il continuo sostegno della Regione alle imprese che adottano sistemi di produzione che individuano soluzioni alternative e concrete in tema di sostenibilità, come il riuso dei materiali: La Lombardia risulta essere in prima linea nell’economia circolare verso una produzione green. C’è un grande percorso da fare che ha bisogno sia della creatività delle imprese sia del sostegno delle istituzioni.

I progetti ammissibili riguardano i seguenti ambiti: l’ innovazione di prodotto e processo in tema di utilizzo efficiente delle risorse, riuso dei materiali e utilizzo di materiali riciclati; la progettazione e sperimentazione di modelli tecnologici integrati finalizzati al rafforzamento della filiera produttiva; la sperimentazione e applicazione di strumenti per l’incremento della durata di vita dei prodotti ed Eco-design; e l’implementazione di strumenti e metodologie per l’uso razionale delle risorse naturali.