Lattiero-caseario, in avvio di aprile prezzi in ulteriore rialzo

Fonte: BMTI

Avvio di aprile segnato da mercati in rialzo per latte, burro, siero e, tra i formaggi, per il Grana Padano DOP, che risente della riduzione delle forme prodotte nei primi tre mesi dell’anno (-3,1% rispetto allo stesso trimestre del 2021). Una maggiore stabilità interessa invece il Parmigiano Reggiano DOP, con un mercato meno attivo ma sempre su prezzi sostenuti.

Per quanto riguarda il mercato del Grana Padano, il fresco 10 mesi si è attestato su valori attorno a 8,10 – 8,20 €/kg, per il prodotto stagionato 15-16 mesi i valori si sono posizionati sugli 8,50 €/kg e per il prodotto 24 mesi riserva i prezzi sono sugli 8,70 – 8,80 €/kg.

Per il Parmigiano Reggiano 24 mesi i prezzi si sono attestati sui 12,20 – 12,30 €/kg mentre per il prodotto 12-13 mesi si sono osservati valori sui 10,60 – 10,80€/kg per il prodotto di pianura.

Per quanto riguarda il latte i prezzi si attestano attorno a 0,49 – 0,50 €/kg franco partenza stalla con una buona richiesta di prodotto, superiore all’offerta disponibile. Tra le materie grasse, l’ulteriore crescita dei prezzi osservata a marzo e in avvio di aprile per il burro è dipesa dalla ridotta disponibilità di prodotto.

I prezzi rilevati nella seconda settimana di aprile fanno segnare rincari elevati rispetto allo scorso anno, compresi tra il +73% del burro prodotto con crema di latte e il +125% del burro pastorizzato.

Fonte: BMTI