Lattiero-caseario in leggera ripresa

Fonte: BMTI

Il report della Borsa Merci Telematica Italiana evidenzia un andamento nel complesso discreto, tra fine gennaio e inizio febbraio, dei mercati del Grana Padano e del Parmigiano Reggiano. Qualche segnale di rialzo si è registrato per il Grana Padano a breve stagionatura, grazie ad una maggiore richiesta. Mercato piuttosto fermo per le stagionature lunghe del Parmigiano Reggiano.

Sotto il profilo dei prezzi all’ingrosso, il Grana Padano con 10 mesi di stagionatura si è attestato sui 7,40 – 7,50 €/kg, mentre per le stagionature di 15-16 mesi e di 22 mesi i valori si sono posizionati rispettivamente sui 7,90 – 8,00 €/kg e sugli 8,20 – 8,30 €/kg. Per il Parmigiano Reggiano stagionato 24 mesi i prezzi si sono attestati sui 12,30-12,40 €/kg mentre il prodotto stagionato 12-14 mesi si è attestato sui 10,40-10,50 €/kg.

Per quanto riguarda l’andamento del burro e della panna, dopo i ribassi osservati a gennaio, il mercato ha mostrato maggiore stabilità. I valori rimangono comunque elevati (2,60 €/kg per la crema di latte, 5,56 €/kg per il burro prodotto con crema di latte), con una crescita annua che ad inizio febbraio ha segnato un +59% per la crema di latte e un +69% per il burro.

Nel mercato del latte spot, i cedimenti rilevati nelle prime settimane dell’anno hanno lasciato spazio ad un parziale recupero in avvio di febbraio, nonostante la raccolta di latte rimanga elevata (+3,1% tra gennaio e novembre 2021). I prezzi attuali rimangono più alti del 20% circa rispetto ad un anno fa.

Fonte: BMTI