L’EFSA LANCIA LA CAMPAGNA “#STOPPSA”

L’EFSA ha avviato un’importante campagna online di sensibilizzazione per arrestare la diffusione della peste suina africana nell’Europa sudorientale. La peste suina africana (PSA) è una malattia virale che colpisce maiali e cinghiali selvatici.

Il virus, innocuo per l’uomo, ha causato notevoli perdite economiche in diversi Paesi in quanto, non esistendo ancora un vaccino, in caso di epidemia, è necessario abbattere un gran numero di maiali d’allevamento nelle zone colpite. Bisogna quindi adottare misure appropriate da parte di cittadini, turisti, allevatori o cacciatori per prevenire eventuali epidemie.

La campagna online

La campagna online è rivolta ai Paesi individuati dall’EFSA nel 2019 collettivamente come “area di preoccupazione” per la loro vicinanza a quelli in cui è presente la malattia, ovvero: Albania, Bosnia ed Erzegovina, Croazia, Grecia, Kosovo*, Montenegro, Macedonia del Nord, Serbia e Slovenia.

L’’EFSA, attraverso la promozione di questa campagna, vuole raggiungere anche le organizzazioni veterinarie, le associazioni venatorie, vari gruppi di allevatori, i funzionari doganali, la polizia di frontiera, i governi locali, gli operatori turistici e i viaggiatori.

Poiché un’epidemia di PSA può avere effetti devastanti, per poter contenere questa malattia sono essenziali l’individuazionela prevenzione e la segnalazione, che sonole tre parole chiave della nostra campagna.

Come riconoscere i segnali

Se i vostri maiali mostrano uno dei seguenti sintomi, rivolgetevi al vostro veterinario.

  • Febbre
  • Perdita di appetito/peso
  • Debolezza
  • Vomito
  • Diarrea
  • Arrossamenti della pelle