Newsletter Crefis settore suinicolo

Fonte: Crefis

• Nell’ultimo mese, i prezzi dei suini da macello sono continuati a crescere su base mensile, rimanendo comunque decisamente più bassi di quelli fatti registrare nello stesso periodo dello scorso anno.

• L’aumento delle quotazioni dei cereali utilizzati per l’alimentazione suina (in particolare della soia) ha portato ad una riduzione della redditività dell’allevamento di tale tipologia di animali per il circuito tutelato (-2,8% rispetto al mese precedente); negativa
anche la variazione tendenziale (-25,3% rispetto allo scorso anno).

• Alla diminuzione di reddittività della fase di allevamento è corrisposto un aumento di quella della macellazione, cresciuta del +2,4% rispetto al dato precedente. Positiva anche la variazione tendenziale pari al +2,8%.

• Nell’ultimo mese la redditività degli stagionatori di prosciutti di Parma è cresciuta solo su base congiunturale, con valori del +7,0% per il prodotto leggero e del +5,7% per quelli più pesanti. Resta negativo il confronto tendenziale.

• Ancora in diminuzione, invece, la reddittività degli stagionatori di prosciutti NON DOP: -0,8% per i leggeri e
-3,0% per i pesanti rispetto a febbraio.

• Il differenziale di redditività tra le produzioni DOP e tradizionali resta a favore di queste ultime.

• Nel periodo gennaio-dicembre 2020 il commercio estero dell’Italia di suini, carni suine, grassi di maiale e salumi
ha complessivamente realizzato un saldo finale pari a -303,0 milioni di euro, dato in miglioramento di ben
323,4 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, grazie ad un aumento dell’export a cui si
è accompagnato un netto calo delle importazioni del comparto.

Fonte: crefis