Oltre 280 milioni al Programma LIFE per progetti in materia di ambiente, natura e azione per il clima

Il programma LIFE è lo strumento finanziario dell’UE per l’ambiente e l’azione per il clima. È attivo dal 1992 e ha cofinanziato più di 5.500 progetti in tutta l’UE e nei paesi terzi. Il bilancio per il periodo 2014-2020 è pari a 3,4 miliardi di € a prezzi correnti. Per il prossimo bilancio a lungo termine dell’UE 2021-2027, la Commissione propone di aumentarne il finanziamento LIFE di quasi il 60 %.

L’Unione Europea ha approvato un nuovo finanziamento destinato a più di 120 progetti del programma Life. Il pacchetto di investimenti consiste in oltre 280 milioni di € provenienti dal bilancio dell’UE e ha lo scopo di concretizzare gli ambiziosi obiettivi dei progetti in materia di ambiente, natura e azione per il clima. Tale importo rappresenta un aumento del 37 % rispetto allo scorso anno.

Gli obiettivi che sono stati stabiliti all’interno dei progetti, molti dei quali hanno carattere transnazionale e coinvolgono quindi più Stati Membri, contribuiranno a conseguire gli obiettivi del Green Deal in materia di biodiversità, economia circolare, ripresa verde dalla pandemia di coronavirus, per arrivare entro il 2050 all’impatto climatico zero.

Il nuovo finanziamento è così stato diviso: circa 220 milioni di € sono destinati a un’ampia gamma di progetti in materia di ambiente e uso efficiente delle risorse, natura e biodiversità, mentre oltre 60 milioni sono invece destinati al sostegno di progetti per la mitigazione e l’adattamento ai cambiamenti climatici e per la governance e l’informazione.

Sono previsti importanti investimenti volti a proteggere e rafforzare la biodiversità europea, come per esempio il ripristino delle torbiere, ecosistemi unici che ospitano molte specie altamente adattate, rare e minacciate. Le torbiere sono anche importanti pozzi di assorbimento del carbonio e possono essere molto utili raggiungere la neutralità climatica entro il 2050. Parte dei fondi sarà destinata allo sviluppo di soluzioni universali ed economicamente accessibili a basse emissioni di carbonio in grado di ridurre il consumo energetico in tutti i nuovi edifici fino al 40 %. In linea con l’obiettivo impatto zero, sono inoltre stanziate risorse finanziarie a favore di numerosi progetti che aiuteranno le industrie ad alta intensità energetica a ridurre le emissioni di gas a effetto serra. I progetti Life si impegnano anche a prevenire gli sprechi alimentari e a esplorare nuove e migliori modalità di gestione dei rifiuti, in linea con il nuovo piano d’azione dell’UE per l’economia circolare.

Frans Timmermans, Vicepresidente esecutivo per il Green Deal europeo, attende con interesse di assistere ai risultati dei progetti e sottolinea come questi uniscano gli Stati membri intorno agli obiettivi comuni della protezione dell’ambiente, del ripristino della natura e del sostegno alla biodiversità.

Virginijus Sinkevičius, Commissario per l’Ambiente, gli oceani e la pesca, ha rimarcato come i progetti LIFE possano davvero fare la differenza sul campo e apportano soluzioni ad alcune delle sfide più importanti del nostro tempo, come i cambiamenti climatici, la perdita di natura e l’uso non sostenibile delle risorse. 

Fonte: Commissione europea