Pasta, boom di consumi e export in crescita

L’anno del Covid ha segnato per gli italiani la riscoperta della pasta. Secondo un’elaborazione di Unione Italiana Food su dati Iri, nel 2020 i consumi domestici di pasta sono aumentati del 5,5% a volume e del 10% a valore.

Nel 2020 sono entrate nelle dispense degli italiani oltre 50 milioni di confezioni in più, con punte negli acquisti di circa il +40% a marzo in pieno lockdown e del +10% tra ottobre e novembre. Non solo: una ricerca Doxa rivela che 1 italiano su 3ha sperimentato nuove ricette e modi di prepararla nel tentativo di valorizzare al meglio il loro piatto preferito. Inoltre secondo dati Istat le esportazioni di pasta sono balzate del 16% a 3,1 miliardi. Mai insomma tanta pasta italiana è stata consumata sulle tavole mondiali. Sono gli Stati Uniti ad essere diventati i maggiori consumatori mondiali di pasta tricolore fuori dai confini nazionali, grazie a un aumento dei consumi del 40%.