PREZZI CEREALI – SOIA

Il report di Crefis sul mercato cerealicolo di settembre evidenzia che nell’ultimo mese non è stato possibile elaborare le quotazioni dei cereali statunitensi, dato che la fonte ufficiale Usda non ha ancora rilasciato le corrispondenti quotazioni.

Sul mercato interno, in settembre a Milano, il mais nazionale con caratteristiche è sceso del -5,2% rispetto ad agosto, l’ultima quotazione del 29 settembre è stata di 175-176 euro/t, mentre il prodotto contratto 103 è stato scambiato a 172-173.

In calo anche la quotazione del mais comunitario, che ha raggiunto i 183-188 euro/t. Le variazioni tendenziali sono risultate negative per il mais nazionale, mentre per il mais comunitario e per quello francese gli attuali prezzi sono risultati maggiori di quelli dello scorso anno. Alla borsa merci di Milano, la soia nazionale è stata quotata per la prima volta nell’ultimo mercato del mese a 375-383 /t (+11% rispetto 2019), mentre il prezzo del prodotto estero è salito del +5,5%, per un dato pari a 377,0 euro/t.

Nell’ultimo mese il prezzo dell’orzo nazionale scambiato a Milano è salito a 166,5 euro/t (+2,5% la variazione congiunturale), mentre il prodotto comunitario è cresciuto del +3,5%, fermandosi a 178,3 euro/t. Stabile il mercato del frumento con i grani di forza quotati 215-220 €/t, il panificabile 192-194 €/t, mentre il grano duro buono mercantile 276-281€/t