Proroga credito carburante ed energia elettrica-gas terzo trimestre 2022

Il decreto AIUTI-BIS (D.L. 9 agosto 2022 n.115) ha prorogato al terzo trimestre 2022 i bonus carburante ed energia elettrica-gas con le stesse modalità del precedente decreto. Si segnala in particolare i seguenti provvedimenti:

CREDITO CARBURANTE: alle imprese esercenti attività agricola e pesca è riconosciuto, sotto forma di credito d’imposta, un contributo straordinario pari al 20 per cento della spesa sostenuta nel terzo trimestre 2022 per l’acquisto di gasolio e benzina destinato alla trazione dei mezzi utilizzati per l’esercizio dell’attività agricola.

CREDITO ENERGIA ELETTRICA: è riconosciuto un contributo, sotto forma di credito d’imposta, a favore delle imprese per l’acquisto di energia elettrica, in particolare per le imprese dotate di contatori di energia elettrica di potenza disponibile pari o superiore a 16,5 kW, è riconosciuto un credito d’imposta pari al 15 per cento della spesa sostenuta per l’acquisto della sola componente energetica, effettivamente utilizzata nel terzo trimestre dell’anno 2022. Il credito è riconosciuto qualora il prezzo della stessa, calcolata sulla base della media riferita al secondo trimestre 2022, abbia subito un incremento del costo per kW superiore al 30 per cento del corrispondente prezzo medio riferito al medesimo periodo dell’anno 2019.

CREDITO GAS NATURALE: è riconosciuto un contributo, sotto forma di credito d’imposta, a favore delle imprese per l’acquisto di gas naturale, in particolare è riconosciuto un credito d’imposta pari al 25 per cento della spesa sostenuta per l’acquisto del medesimo gas consumato nel terzo trimestre dell’anno 2022, per usi energetici diversi dagli usi termoelettrici. Il credito è riconosciuto qualora il prezzo di riferimento del Mercato Infragiornaliero (MI-GAS) abbia subito un incremento superiore al 30 per cento nel secondo trimestre 2022 rispetto al secondo trimestre 2019.

Il credito d’imposta carburante ed energia elettrica-gas è utilizzabile esclusivamente in compensazione su modello F24 entro la data del 31 dicembre 2022.