PSA EFSA: l’UE sviluppa una “exit strategy” per i paesi colpiti, pdf documento

L’EFSA ha sviluppato strategie di sorveglianza che aiuteranno i paesi colpiti dalla peste suina africana (PSA) a determinare quando il virus ha smesso di circolare tra le loro popolazioni di cinghiali.

Il parere scientifico raccomanda una “strategia di uscita” comprendente due fasi: un periodo di sorveglianza di routine dei cinghiali (fase di screening) seguito da un periodo più breve di sorveglianza intensiva (fase di conferma).

Il modello ha dimostrato che:

  • La precisione della messa a fuoco aumenta in linea con il numero di carcasse di cinghiale raccolte e analizzate.
  • L’estensione del periodo di follow-up aumenta le possibilità di verificare che la circolazione del virus della PSA sia stata interrotta.
  • L’uso della sorveglianza attiva basata sulla caccia ha un impatto limitato sulla strategia di uscita.

Il parere fornisce esempi pratici di come applicare la strategia di uscita nelle aree colpite, grandi e piccole. Fornisce inoltre raccomandazioni sui periodi minimi di follow-up necessari affinché la strategia sia efficace.

ASF Exit Strategy: Providing cumulative evidence of absence of African swine fever virus circulation in wild boar populations using standard surveillance measures