PSR Regione Lombardia in apertura la Misura 22 per allevamenti suini

Regione Lombardia, nell’ambito del Programma di sviluppo rurale, ha attivato la Misura 22.1.01, dedicata al sostegno ai settori agro-alimentari più colpiti dalla crisi economica derivata dalla guerra in Ucraina. Le imprese agricole che presentano la domanda devono essere detentrici degli animali; in caso di soccida, con soggetto detentore diverso dal proprietario, la domanda deve essere presentata dal detentore degli animali (soccidario).

A partire dal 16 dicembre 2022 e fino alle ore 16:00 del 31 gennaio 2023 sarà possibile presentare la domanda per ottenere il sostegno temporaneo destinato ai detentori di allevamenti di suini e di bovini da latte in montagna nell’ambito del PSR 2014-2022. La dotazione finanziaria complessiva dell’operazione è pari a 17.400.000 euro. L’importo erogato a ciascun beneficiario sarà correlato alla dimensione aziendale, quantificata in unità bestiame, fino a un massimo di 15.000 euro per le aziende suinicole e di 10.000 euro per gli allevamenti di bovini da latte in montagna.

In particolare, gli allevamenti suini avranno diritto al sostegno i codici di allevamento attivi in Lombardia alla data del 30 giugno 2022 e presenti in fascicolo aziendale di Sis.Co. con tipologia di allevamento da “Riproduzione” e/o da “Ingrasso”, con esclusione dell’autoconsumo. In caso di soccida, con soggetto detentore diverso dal proprietario, la domanda deve essere presentata dal detentore degli animali (soccidario).

La consistenza dell’allevamento sarà quella dichiarata dall’allevatore al 31 marzo 2022 (per i codici di allevamento aperti in data successiva al 31 marzo 2022, si farà riferimento alla data dell’ultimo censimento che non potrà essere successiva al 30 giugno 2022). L’azienda dovrà aver rispettato la normativa condizionalità e greening.
L’aiuto è concesso sotto forma di sovvenzione diretta come sostegno erogato sulla base di un importo forfettario da versare entro il 15 ottobre 2023.

L’importo erogato a ciascun beneficiario sarà correlato alla dimensione aziendale, quantificata in UB:
7.000 euro per allevamenti suini di dimensione compresa tra le 10 e le 500 UB,
15.000 euro per gli allevamenti suinicoli di dimensione maggiore alle 500 UB.
In base alle domande pervenute il premio potrà essere rideterminato proporzionalmente.

Gli associati della Libera associazione agricoltori saranno contattati direttamente dai propri uffici tecnici per la presentazione dell’istanza.

Fonte: PSR – Regione Lombardia