RAPPORTO 2020 SULLO STATO DEL WELFARE NELLE PMI

Welfare Index PMI è l’iniziativa, promossa da Generali Italia con la partecipazione delle maggiori confederazioni italiane – Confindustria, Confagricoltura, Confartigianato, Confprofessioni, Confcommercio – per diffondere la cultura del welfare aziendale tra le imprese.

E’ stato presentato al Centro Congressi “Roma Eventi Piazza di Spagna”, il rapporto 2020-welfare sullo stato del welfare nelle PMI, dove Giancarlo Turati, vice presidente piccola industria Confindustria ha sottolineato come resilienza, sostenibilità, cultura d’impresa e responsabilità sociale sono da tempo i cardini dell’impegno a supporto delle PMI italiane. Dal rapporto welfare Index PMI 2020 emerge chiaramente come siano proprio queste le direttrici seguite dalle imprese per affrontare l’emergenza e agganciare la ripresa.

I DATI

L’emergenza Covid ha impresso un salto di qualità al welfare aziendale: per la prima volta le imprese attive superano il 50%, il 79% ha confermato le iniziative di welfare in corso e il 28% ne ha introdotte di nuove o potenziato quelle esistenti.

Nel contesto Covid-19, le PMI con un welfare più maturo hanno avuto maggiore capacità di reagire all’emergenza e sono state punto di riferimento per la comunità.

Sanità, sicurezza, assistenza, formazione, conciliazione vita lavoro si confermano le aree di maggiore intervento.

Il welfare aziendale fa crescere l’impresa in termini di produttività e occupazione: il nuovo modello di analisi dell’impatto delle azioni di welfare sui bilanci di 3 mila PMI
attesta che negli ultimi due anni le imprese più attive nel welfare registrano il maggiore aumento di produttività (+6% vs media +2,1%) e di occupazione (+11,5% vs media
+7,5%).

L’INTERVENTO DI CONFAGRICOLTURA

Il presidente di Confagricoltura, Massimiliano Giansanti, ha dichiarato che mai come adesso, in tempo di pandemia, il welfare aziendale e’ importante: in questo momento di grande incertezza dare sostegno alle famiglie e ai lavoratori, per la difesa del lavoro e del reddito, e’ fondamentale ed e’ un modo di fare impresa in un’ottica di sviluppo sostenibile.

Confagricoltura, con le sue imprese, ha sposato da tempo questa visione che oggi assume un valore ancora più forte: l’agricoltura, grazie anche allo stretto legame con il territorio e la popolazione, conferma il suo rinnovato ruolo sociale, finalizzato all’integrazione e al miglioramento delle condizioni dei lavoratori.