REFLUI: REGIONE LOMBARDIA APERTA FINESTRA DISTRIBUZIONE

Su sollecitazione della Libera Associazione Agricoltori presso l’Assessore regionale all’Agricoltura, il Mipaaf ha riconosciuto lo stato di eccezionale gravità climatica che ha impedito alle aziende di distribuire i reflui nei tempi previsti dalla normativa. Il ministero ha quindi condiviso la necessità di consentire alle aziende agricole e zootecniche di poter effettuare le operazioni di spandimento degli effluenti di allevamento e del digestato, in deroga a quanto previsto dall’articolo 40 comma 2, nelle Regioni in cui si sono verificate tali condizioni metereologiche avverse. Il Ministero ritiene che nel periodo dicembre – gennaio, possano essere previste delle finestre temporali di massimo 15 giorni, anche non continuativi, in cui è consentito lo spandimento, sempre nel rispetto di quanto previsto dalla Direttiva Comunitaria 91/676/CE. Tale previsione, ove necessario, riguarderà sia le zone vulnerabili che le zone ordinarie. Regione Lombardia si è avvalsa di tale deroga – trasmettendo al Mipaaf e al Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare, una relazione tecnica illustrativa, comprensiva di informative sui possibili periodi di spandimento – ed ha emanato il bollettino straordinario n. 1 valido dal 7 al 10 dicembre.