Richiesta di FederANA agli allevatori per il pagamento della quota associativa

Il Direttore Generale di Confagricoltura ha dato un’indicazione in merito alla richiesta di Federana agli allevatori per il pagamento della Quota Associativa.

In sintesi, gli allevatori possono intraprendere due strade:

  1. Continuare a non procedere al pagamento di quanto richiesto dalla FederANA inviando alla stessa ed in copia conoscenza alla propria associazione di riferimento la lettera in allegato (allegato 3) che ribadisce le motivazioni di tale opposizione. Ciò non preclude la volontà dell’associato di pagare la quota associativa che avverrà direttamente alla stessa solo se sollecitata da questa ultima, visto che tale somma comunque risulta dovuta essendo lo stesso socio dell’associazione;
  2. Procedere al pagamento della quota associativa indicata dalla comunicazione della FederANA, ma a favore della sola Associazione di riferimento e inviare alla FederANA ed in copia conoscenza alla Associazione beneficiaria stessa la lettera in allegato (allegato 3) che giustifica tale modalità di adempimento del pagamento;

Si ribadisce che resta nella libera scelta dell’allevatore di non far parte dell’Associazione di razza e specie e di pagare le relative quote associative e a tal proposito si precisa che l’iscrizione degli animali nel libro genealogico, i servizi di certificazione e la tenuta delle stesso è stata concessa all’Associazione di razza e specie dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, nonché i finanziamenti

pubblici messi a disposizione degli operatori non possono essere assolutamente negati agli operatori che scelgano tale opzione o che risultino morosi nel pagamento della quota associativa.

Tutti gli allegati alla nota: