Scadenze abilitazione utilizzo/distribuzione prodotti fitosanitari

In merito alle scadenze per l’abilitazione all’utilizzo e alla distribuzione di prodotti fitosanitari e alle numerose proroghe che si sono susseguite (ultima il Milleproroghe di febbraio) di seguito un sunto, verificato con la sede nazionale e con Regione Lombardia, delle scadenze, per le opportune e corrette informazioni agli Associati.

In sede di conversione del decreto Milleproroghe (che è diventato la L. 26-2-2021 n. 21) è stato introdotto il comma 6-bis all’articolo 10 che dice: “All’articolo 78, comma 4-octies, del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, dopo le parole: “in scadenza nel 2020” sono inserite le seguenti: “e nel 2021””.

Dunque, il comma 4-octies citato diventa:

 “4-octies.  In relazione alla necessità di garantire l’efficienza e la continuità operativa nell’ambito della filiera agroalimentare, la validità dei certificati di abilitazione rilasciati dalle regioni e dalle province autonome di Trento e di Bolzano, ai sensi degli articoli 8 e 9 del decreto legislativo 14 agosto 2012, n. 150, nonché degli attestati di funzionalità delle macchine irroratrici rilasciati ai sensi dell’articolo 12 del medesimo decreto legislativo n. 150 del 2012, in scadenza nel 2020 e nel 2021 o in corso di rinnovo, è prorogata di dodici mesi e comunque almeno fino al novantesimo giorno successivo alla dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza.”

Quindi tutto ciò che scade nel 2021 è prorogato almeno di 12 mesi e comunque di  90 giorni oltre la cessazione dello stato di emergenza se la pandemia dovesse prolungarsi oltre il 2021.

Per gli attestati in scadenza nel 2020 bisogna distinguere tra quelli che scadevano prima o dopo il 29 luglio 2020. Difatti, ad oggi, i 90 giorni dopo la fine dello stato di emergenza scadono il 29/7/21; dunque, gli attestati che scadevano dal 1/1/20 al 29/7/20 possono essere rinnovati entro il 29/7/21. Per quelli invece in scadenza dopo il 29/7/20 si applica la proroga legata ai 12 mesi.

Da osservare che la norma dice “almeno fino al novantesimo giorno”, quindi le Regioni possono decidere di prolungare la proroga.