Sezione economica Agroenergie: Incentivi, digestato e fotovoltaico

Martedì 21 gennaio si è riunita la sezione economica Agroenergie della Libera Associazione Agricoltori guidata dal presidente Maurizio Caligari, nel corso dell’incontro si è parlato principalmente delle novità introdotte dalla legge di bilancio 2020 con particolare riferimento alla possibilità, per gli impianti di produzione di energia elettrica esistenti alimentati a biogas ed entrati in esercizio entro il 31 dicembre 2007, di poter beneficiare di nuovi incentivi per ulteriori 15 anni a condizione di rispondere ai criteri di sostenibilità (utilizzo di almeno il 40{4d2f3be95c1423d85ae479ab8f94d3e7f4dd406084a3f2502126b74f8855bb7f} in peso di effluenti zootecnici) e di riconvertire la loro produzione giornaliera secondo un regime programmabile alle condizioni definite annualmente da Terna a partire dal 30 giugno 2020. La legge di bilancio ha inoltre introdotto la definizione di digestato equiparato come prodotto ottenuto dalla digestione anaerobica di sostanze e materiali (le cosiddette matrici) purché rispetti i requisiti e le caratteristiche stabiliti per i prodotti ad azione sul suolo di origine chimica. Su tale argomento si attendono chiarimenti attuativi da parte del Ministero. Sul fronte fotovoltaico si registra un certo interesse da parte del comparto agricolo, a tal proposito si è in attesa di conoscere i risultati delle prime pratiche inoltrate nel mese di ottobre 2019 per accedere agli incentivi del FER-1. Il 31 gennaio 2020 apre invece il secondo bando per le nuove richieste d’iscrizione per il riconoscimento degli incentivi che chiuderà il primo marzo 2020.