SITUAZIONE ATTUALE DELLA PSA NELL’UNIONE EUROPEA

La malattia è in aumento nel caso dei cinghiali e sembra essere più controllata nei suini domestici, anche se in questo caso i focolai confermati si sono ripresi nell’ultimo trimestre…

Secondo i dati pubblicati dal Sistema di Notifica delle Malattie degli Animali dell’Unione Europea (ADNS), i casi segnalati per i primi nove mesi di quest’anno sono 8567 nei cinghiali e 862 focolai nei suini domestici.

Come si evince dai dati in tabella, i casi di PSA sono in aumento per quanto riguarda i cinghiali per il 2020, superando i dati complessivi per il 2019.  Nel caso dei suini domestici invece, i casi sembrano essere più controllati, dove il numero di focolai scende dopo i picchi del 2018 e del 2019, anche se i casi sono aumentati notevolmente durante quest’ultimo trimestre (346 focolai a giugno 2020 contro 862 a fine settembre).

Nº focolaiSuini/Cing
2014
Suini/Cing
2015
Suini/Cing 2016Suini/Cing
2017
Suini/Cing
2018
Suini/Cing
2019
Suini/Cing
Gen-Set 2020
Polonia2/241/5220/8081/741109/244348/246897/3268
Lettonia32/14810/7523/8648/94710/6851/3693/213
Lituania6/4513/11119/30330/1.32851/144619/4643/170
Estonia0/4118/7236/10523/6370/2310/800/45
Rep. Ceca0/00/00/00/2020/280/0eradicata
Romania0/00/00/02/01164/1821724/683723/672
Ungheria0/00/00/00/00/1380/15980/3533
Bulgaria0/00/00/00/01/544/16518/425
Belgio0/00/00/00/00/1630/4820/3
Slovacchia0/00/00/00/00/011/2717/171
Grecia0/00/00/00/00/00/01/0
Germania0/00/00/00/00/00/00/46*
TOTALE80/33458/168671/2432141/39481344/53621848/6396862/8567

Situazione Cinghiali

Dalla comparsa del primo caso in Germania il 9 settembre sono già stati confermati 46 casi, tutti limitati a Brandenbugo, in particolare ai distretti di Spree-Neiße, Oder-Spree e Märkisch-Oderland.

In Ungheria, la Peste Suina è inarrestabile: i casi verificati nel 2020 (3.533) sono già il doppio del totale del 2019 (1.598). Durante questo ultimo trimestre ha confermato più di 500 nuovi focolai ed è il paese con il maggior numero di casi nell’UE, seguito dalla Polonia.

Situazione suini domestici

Secondo i dati raccolti mostrati nella prima tabella, negli ultimi 3 mesi, i focolai sono raddoppiati, raggiungendo un totale di 862 rispetto al numero totale di focolai confermati tra gennaio e la fine di giugno (346).

La Lettonia e la Slovacchia si distinguono per essere rimaste senza focolai durante la prima metà dell’anno e attualmente hanno confermato rispettivamente 3 e 17 focolai.

La Romania in 3 mesi ha confermato più di 400 nuovi focolai di suini domestici e la Polonia è passata da 6 focolai confermati durante i primi sei mesi di quest’anno a 97 oggi.