SORGO, INTERPROFESSIONE EUROPEA SORGHUM ID

L’Organizzazione Interprofessionale Europea Sorghum ID ha organizzato a Bologna presso l’Aula Magna del Dipartimento di Scienze Mediche Veterinarie dell’Università un importante meeting dedicato al sorgo, cereale forse ancora poco conosciuto, ma collocato al quinto posto nel mondo per importanza. Sulla coltivazione del sorgo l’attenzione e l’interesse degli agricoltori è in continua crescita. I numeri lo dimostrano: rispetto al 2018, gli ettari coltivati a sorgo granella nella UE 28 sono passati da 130.600 a 172.000 pari a +30{4d2f3be95c1423d85ae479ab8f94d3e7f4dd406084a3f2502126b74f8855bb7f}, con una produzione stimata di 936.000 tonnellate (nel 2018 sono state 714.000, +30{4d2f3be95c1423d85ae479ab8f94d3e7f4dd406084a3f2502126b74f8855bb7f}). Il sorgo presenta qualità interessanti per un impiego nell’alimentazione animale, per l’impiego in impianti di biogas e anche come produttore di cibo. In Italia le superfici coltivate sono passate da 39.596ha a 46.692 (+17,92{4d2f3be95c1423d85ae479ab8f94d3e7f4dd406084a3f2502126b74f8855bb7f}) con una produzione che ha raggiunto le 325.871 tonnellate (+10,53{4d2f3be95c1423d85ae479ab8f94d3e7f4dd406084a3f2502126b74f8855bb7f} sul 2018 quando furono 294.805 tonnellate). L’Emilia Romagna, e soprattutto la provincia di Bologna, si conferma il territorio con la maggior produzione di questo cereale.