Sostegno a favore del settore apistico, a novembre le domande di aiuto

Agea ha recentemente emanato le istruzioni finalizzate alla concessione dei sostegni a favore della filiera apistica previsti da uno specifico decreto del Mipaaf per la campagna 2021.

In sostanza sono state stabilite le modalità attuative per la richiesta e l’erogazione dell’aiuto a favore degli apicoltori che, alla data del 31 dicembre 2021, sono in regola con gli obblighi di identificazione degli alveari e sono registrati in Banca dati nazionale apistica (Bdn) come apicoltori professionisti, che producono per la commercializzazione ed esercitano l’apicoltura sia in forma stanziale, sia praticando il nomadismo, anche ai fini dell’attività di impollinazione. Le provvidenze saranno erogate come «aiuti de minimis» in agricoltura.

Per semplificare e agevolare il più possibile gli adempimenti a carico agli allevatori, rammentiamo che la presentazione delle domande avverrà in modo precompilato sulla base:

– delle informazioni già presenti nella Bdn che saranno le uniche a far fede;

– dei dati aziendali presenti nel fascicolo aziendale del Sian.

L’erogazione degli aiuti è subordinata alla presenza di un codice Iban valido e aggiornato nel fascicolo e nella domanda, nonché delle dichiarazioni sostitutive dell’atto di notorietà necessarie alla richiesta della documentazione antimafia; è altresì obbligatorio l’indirizzo Pec dell’agricoltore, attivo ed aggiornato.

La domanda di aiuto potrà essere presentata dal 31 ottobre 2022 fino al 14 novembre 2022.