SUINI: INTEGRAZIONE MODELLO 4 INFORMATIZZATO E DATI SANITARI

Per l’export della carne suina in Paesi Terzi devono essere rispettate le garanzie sanitarie richieste dai Paesi di destinazione. Tali garanzie sono formalizzate nell’attestazione sanitaria integrativa suini (ASIs) che deve essere sottoscritta dal Veterinario Ufficiale dell’Agenzia di Tutale della Salute (ATS) di Regione Lombardia competente per territorio. L’ASIs è definita dal Ministero della Salute sulla base di accordi tra l’Italia ed i Paesi Terzi. L’ASIs, in caso di necessità ai fini dell’export, potrebbe scortare i suini anche negli eventuali spostamenti tra siti di allevamento prima dell’invio al macello. Ciò garantirebbe al Veterinario Ufficiale competente dell’ultimo sito di allevamento, la disponibilità di informazioni sulle garanzie sanitarie. È attualmente allo studio, sentiti i portatori di interesse, l’integrazione delle informazioni sanitarie contenute nel SISs all’interno del modello 4 informatizzato. Il che sarebbe utile ad una gestione più semplice ed integrata delle informazioni di carattere sanitario con quelle relative agli spostamenti dei soggetti.