Suinicoltura: è necessario riunirsi presto attorno a un tavolo e fare fronte comune

La proposta di Regione Lombardia di fissare per settembre una nuova seduta tecnica del Tavolo suinicolo nazionale per lavorare su un indice di riferimento del prezzo delle carni per l’Italia, piace al presidente nazionale dei suinicoltori di Confagricoltura, Rudy Milani. Il quale, consapevole dell’urgenza di addivenire a una soluzione, auspica che dalle parole si passi presto, anzi immediatamente, ai fatti. Con l’intento di tutelare l’anello più debole della catena: gli allevatori. «Bisogna fare in fretta. Ho apprezzato l’intervento del ministro Stefano Patuanelli: sia il suo invito all’unità, sia il suo richiamo al senso di responsabilità. Ha espresso bene il sentimento emerso nei vari interventi. Di pari passo apprezzo in egual maniera le parole dell’assessore regionale Fabio Rolfi, che vanno nella stessa direzione che abbiamo richiesto. Massima condivisione sull’opportunità di utilizzare la Commissione unica nazionale come strumento di lavoro e bene ha fatto il Capo del dipartimento del ministero presente al tavolo di filiera a ipotizzare una convocazione tra fine agosto e i primi di settembre. Dopodiché l’auspicio assoluto è che qualora si riuscisse a raggiungere un accordo poi lo si mantenga anche in futuro. Servono soluzioni stabili e permanenti». L’assessore Fabio Rolfi, come già aveva dichiarato, è perfettamente allineato alle posizioni del ministro Patuanelli: «Il suo intento all’unità è una precisa presa di coscienza politica e mi pare che il messaggio sia arrivato forte e chiaro. Dalla Commissione non si prescinde».

Clicca qui per leggere l’articolo completo della pagina “Agricoltura” del quotidiano La Provincia di Cremona del 08/08/2021