SUOLO: SERVONO STRATEGIE, PROGRAMMAZIONE E NORME

Si è celebrata la “Giornata Mondiale del suolo” il cui tema di approfondimento quest’anno era quello dell’erosione, argomento quanto mai attuale visti i recenti eventi atmosferici che hanno sottoposto a dura prova i terreni agricoli di diverse aree del nostro Paese. Migliaia di ettari allagati, soggetti a forti ruscellamenti, anche a causa dell’esondazione di diversi fiumi, con perdita di strati superficiali di terreno che contengono grandi quantità di nutrienti organici e minerali. Confagricoltura rimarca che è un’occasione importante perché si acquisti consapevolezza sul suolo come risorsa limitata e non rinnovabile. In tale contesto occorre avere la massima consapevolezza sull’importanza di mantenere la vitalità delle imprese agricole e della gestione delle foreste. Va messa in essere un’incisiva azione strategica, con una visione integrata delle diverse politiche e considerando tutti gli interessi coinvolti dall’utilizzo della risorsa suolo. Nel rispetto degli obiettivi europei di sviluppo sostenibile al 2030, Confagricoltura ha preso l’impegno di contribuire alla rigenerazione dei suoli attraverso specifiche azioni con i propri agricoltori. Sollecita che le politiche dirette alla preservazione dei suoli agricoli e forestali vengano allineate con quelle per lo sviluppo della bioeconomia circolare.